Fumettoteca-e-Fanzinoteca

11 luglio è la “World Population Day” 2020, “Giornata Internazionale della Popolazione“, e l’attività socio culturale della Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” aderisce, in contemporanea con tutti gli altri eventi internazionali, presentando una proposta innovativa realizzata appositamente per la 21° edizione della manifestazione mondiale con una documentazione digitale legata al mondo della nona arte. Non va mai dimenticato che la popolazione rappresenta una risorsa di estrema importanza per tutti i paesi del mondo, garantire adeguati investimenti nel controllo e nella pianificazione del cambiamento demografico sono prerequisiti essenziali per raggiungere i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Una adesione questa, della Fumettoteca, che vuole porre l’attenzione sull’importanza di riservare alle questioni demografiche un ruolo primario all’interno dei piani e dei programmi di sviluppo globali. Fumetti digitali in omaggio.

L’edizione targata 2020 della “World Population Day” vede protagonista anche il fumetto, con tutte le declinazioni in grado di contraddistinguersi per il contenuto, per il concetto interiore e per il messaggio che trasmette. L’obiettivo di questa iniziativa è proprio quello di riscoprire le relazioni e ritrovare il piacere di stare insieme, uniti anche solo per leggere o parlare di fumetti e la Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” si impegna in questo modo. Nel 1989, con la decisione 89/46, il Consiglio Direttivo del Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP – United Nations Development Programme) ha scelto di celebrare la Giornata Mondiale della Popolazione l’11 luglio di ogni anno. Tra il 1800 e il 2005 l’aspettativa di vita è passata da 30 a 67 anni, portando ad una rapida crescita della popolazione: da 1 miliardo nel 1810 a oltre 7 miliardi nel 2012. Senza dubbio l’innalzarsi dell’aspettativa di vita rappresenta una delle più grandi conquiste dell’umanità e la crescita della popolazione oltre i 9 miliardi entro il 2050 dipenderà in gran parte dalle future tendenze di fertilità e dalle politiche messe in campo oggi.

CONDIVIDI
Articolo precedente“La Rete Magica”: il volontariato per le persone con malattie cerebrali degenerative
Articolo successivoLa curiosità. Altroché cerchi nel grano, a Bertinoro spunta un cuore
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.