Fanzinoteca

Per richiamare l’attenzione della comunità internazionale sui problemi e lanciare un appello sull’urgenza di colmare il gap tra formazione e mercato del lavoro, nel dicembre 2014 l’ONU ha istituito il “World Youth Skills Day – WYSD”, “Giornata Mondiale per le Competenze Giovanili“, da celebrare il 15 luglio di ogni anno.

La Giornata mondiale targata 2020 si svolge in un contesto non facile, le misure di prevenzione per la pandemia hanno portato alle chiusure delle varie istituzioni minacciando la continuità dello sviluppo delle competenze. Perché è importante il “World Youth Skills Day – WYSD”? L’importanza dello sviluppo di giovani qualificati è al centro del messaggio di quest’anno e l’annuale celebrazione vede il Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, giunto al suo decimo anniversario, allinearsi al contesto grazie alle tantissime iniziative, proposte accattivanti ed innovative, che i giovani sono in grado di realizzare con fanzine, auto-edizioni e autoproduzioni in tutto il mondo. Non tutti sanno che il 90% degli ex-fanzinari, grandi appassionati del loro settore, diventa professionista dello stesso, nomi come Red Ronnie, Andrea Pazienza, Enrico Brizzi ne sono l’esempio, oltre ad una moltitudine di tantissimi altri.

Anche la nostra città, Forlì, a potuto vedere forgiarsi, attraverso le pagine delle fanzine, attuali grandi autori, professionisti di livello internazionale come Davide Fabbri, Marco Verni, Onofrio Catacchio e Guglielmo Signora.
Questa è un’opportunità per i giovani, per poter riconoscere e celebrare l’importanza di dotare i giovani gli strumenti e le competenze adeguate per l’occupazione, lavoro dignitoso e professionalità. L’attività fanzinotecaria è in grado di operare per generare lavoro giovanile, ne è esempio il 30% di chi ci ha seguito in questi anni è entrato nel mondo del lavoro” conferma l’esperto nazionale Fanzinotecario, Gianluca Umiliacchi.

Un impegno, il nostro, gratuito e socio-culturale ben collaudato che in 126 mesi ha pienamente dimostrato la propria unicità e grande professionalità, riconosciuta localmente, regionalmente e nazionalmente, dal Ministero delle Attività Culturali, oltre che internazionalmente visto i molteplici contatti e la nostra collaborazioni/partecipazioni con organizzazioni similari in tutto il mondo“. La Fanzinoteca d’Italia 0.2, e anche la Fumettoteca, può fornire ai giovani le competenze necessarie per accedere al mondo del lavoro, comprese le competenze per il lavoro autonomo, ridurre le barriere d’accesso al mondo del lavoro, proprio attraverso l’apprendimento basato sul lavoro, con le competenze acquisite sul campo. Opportunità, se implementate con i contributi adeguati, possono dimostrarsi alternative di sviluppo anche per i giovani non qualificati, disoccupati e giovani fuori dalla scuola. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'Ugl chiede al nuovo direttore generale dell'Ausl Romagna più risorse e stabilizzazione del personale
Articolo successivoPrimo squillo del Forlì Calcio a 5: Nicolò Cellurale arriva in prestito dal Modena
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.