Gaetano Foggetti è il nuovo presidente di Ail Forlì-Cesena

0

Gaetano Foggetti, 54 anni giornalista professionista, è il nuovo presidente di Ail Forlì-Cesena Odv, sezione provinciale dell’Associazione italiana leucemie, linfomi e mieloma. Il sodalizio di volontariato nei giorni scorsi ha anche rinnovato il proprio Consiglio di amministrazione, portandolo da 9 a 11 componenti.
Per quanto riguarda il territorio forlivese ne fanno parte Redo Camporesi, Mauro Collina, Piero Lerede, Paola Foggetti, Angela Rossi e Laila Tentoni; per il Cesenate, Costante Amadori, Susy Patrignani, Cristina Campana e Luciano Guardigni, quest’ultimo presidente uscente. Carica che ha ricoperto negli ultimi cinque anni. Per Foggetti è un ritorno al vertice dell’Ail provinciale che ha già guidato dal 2002 al 2014.

Ringrazio prima di tutto il dottor Guardigni per l’impegno profuso alla guida dell’associazione – sottolinea Foggetti – e i soci che hanno voluto confermarmi la loro fiducia. L’Ail provinciale compie quest’anno un quarto di secolo di vita ed è impegnata nell’elaborazione del suo primo bilancio sociale che presenterà il prossimo autunno. Tra le priorità del nostro impegno c’è la lotta a tutte le malattie del sangue, che abbiamo sempre affrontato sostenendo progetti di ricerca scientifica, supportando il lavoro dei medici specialisti in forza all’équipe ematologica dell’Irst-Irccs di Meldola e dell’ospedale “Bufalini” di Cesena e l’assistenza al domicilio dei malati. La riforma del Terzo settore ci spinge ad accettare nuove e complesse sfide per migliorare l’efficacia della nostra azione e divulgare il nostro messaggio di solidarietà ad una parte sempre maggiore della popolazione”.

La sezione provinciale dell’Ail è stata fondata nel 1995 e da allora raccoglie fondi per finanziare la ricerca scientifica contro tutte le malattie del sangue e sostenere i contratti di giovani medici specialisti ematologi prima del loro ingresso nella pianta organica del Servizio sanitario pubblico. Su tutto il territorio di Forlì-Cesena, poi, garantisce dal 2002 con proprie risorse il Servizio di assistenza domiciliare ematologica. Nell’ottobre scorso ha inaugurato la sua nuova sede in viale Roma, 88 a Forlì.