Erik Rush basket Pallacanestro Forlì

La Pallacanestro Forlì 2.015 ha prolungato il rapporto con Erik Rush, che vestirà i colori biancorossi anche nella prossima stagione. Californiano con passaporto svedese, nel campionato scorso Erik ha viaggiato a 12,9 punti e 5,7 rimbalzi (il migliore del roster) in 29 minuti di media a partita. 

Ricapitolando il roster della Pallacanestro Forlì 2.015 che sta prendendo forma è il seguente: confermati coach Sandro Dell’Agnello, il capitano e play Jacopo Giachetti, il pivot Davide Bruttini e la guardia-ala Erik Rush. Sono arrivati il playguardia Riccardo Bolpin, il ritorno in maglia biancorossa dell’ala Nicola Natali, il playguardia dominicano con passaporto italiano Yancarlos Rodriguez, l’alapivot Aristide Landi.

Il commento del presidente Giancarlo Nicosanti: “Penso che Erik sia il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere: è disponibile, serio, un gran lavoratore, non si tira mai indietro ed in ogni sua gara, c’è tanto di più dei numeri che finiscono nelle statistiche. Con grande piacere lo abbiamo voluto confermare e siamo contenti di averlo con noi anche in questa stagione”.

Il gm Renato Pasquali: “Erik è un giocatore che sa farsi apprezzare a 360 gradi, sia dai compagni di squadra, ma anche dallo staff e dai tifosi. È uno dei pochi che non si è mai tirato indietro e ha messo sempre la squadra davanti a tutti i suoi valori. L’umiltà è la caratteristica che lo contraddistingue maggiormente, che va a supporto dell’atletismo e delle capacità tecniche che sono palesi ed evidenti a tutti”.

Il pensiero di coach Sandro Dell’Agnello: “Erik è un giocatore di sicuro rendimento e affidabilità, preziosissimo perché può giocare indifferentemente in almeno tre ruoli sia in attacco che in difesa, ed in più è un ragazzo straordinario. Un’altra importante conferma dello zoccolo duro della squadra dello scorso anno”.

Erik Rush: “Sono incredibilmente felice di rimanere a Forlì, dove penso che abbiamo ancora qualcosa da completare rispetto all’anno scorso. Conosco lo staff e la società, e penso abbiano fatto un grande lavoro per costruire la squadra, e non vedo l’ora di iniziare. Forlì è una città dove ho stretto amicizie e rapporti, ed è una grande città di basket! Spero di rivedere tutti il prima possibile per cominciare a lavorare per raggiungere i nostri obiettivi”.