Audio di Mezzacapo. Confcommercio e Confesercenti: «Accuse oltraggiose verso le nostre Associazioni»

0

«Avevamo deciso di non intervenire più sulla questione della variante di via Balzella se non dopo l’eventuale avvio dell’iter in Consiglio Comunale, per evitare una discussione che ad arte si è voluta confondere con connotazioni politiche. La pubblicazione sulla stampa della registrazione di un intervento del vicesindaco Mezzacapo, per altro sintomatica di un contesto imbarazzante, ci obbliga a fare chiarezza su un passaggio che ci riguarda e che riteniamo oltraggioso. Il vicesindaco da ad intendere ai suoi colleghi di partito, che come Associazioni siamo stati, sulla vicenda, coinvolti dal Conad, contro l’Amministrazione.

Allo smemorato amministratore, ricordiamo e, a questo punto, intendiamo rendere noto, che viceversa il 18 maggio, prima di prendere qualsiasi presa di posizione pubblica, anzi il giorno precedente l’esame in commissione consigliare della variante, la prima iniziativa delle due Associazioni, attraverso i sottoscritti Direttori di Confcommercio e Confesercenti, è stata quella di richiedere ed ottenere un incontro con il sindaco Zattini, proprio sui contenuti della variante, appena appresi. Nel corso di quell’incontro, nel quale fin da subito abbiamo evidenziato le motivazioni tecniche che rendevano a nostro parere inaccoglibile la variante, era presente lo stesso vicesindaco, che ha potuto ascoltare le ragioni di merito poste, intervenendo e citando persino comparazioni del tutto inappropriate.

L’incontro con il sindaco Zattini si collocava in un contesto, quello delle relazioni delle nostre Associazioni ed Amministrazione comunale, sino a quel momento caratterizzate da un’ottima e produttiva interazione, tanto è vero che nel momento in cui, di li a pochi giorni, lo stesso sindaco ha acconsentito al rinvio dell’esame della variante in consiglio comunale, lo abbiamo incoraggiato nuovamente ad approfondirne i contenuti ed auspicabilmente a prenderne le distanze. Cosa sinora non avvenuta, ma per la quale non rinunciamo ad adoperarci. Abbiamo reso noto al sindaco, sin dal primo incontro del 18 maggio l’intenzione di opporci a tutti i livelli amministrativi consentiti, nella malaugurata scelta dell’Amministrazione di andare avanti, rendendoci disponibili, proprio a garanzia della sua compiuta informazione, a qualsiasi confronto con la componente tecnica che gli stava dando garanzie di accoglibilità della variante.

Le risposte, oltre a questa imbarazzante vicenda della registrazione, sono giunte a mezzo stampa nelle settimane scorse e, francamente, sono state, ad oggi, deludenti. Continuiamo a confidare che al netto delle tante forzature oramai sempre più evidenti, il Sindaco saprà riportare la sua Amministrazione sulla giusta rotta, lasciando al suo vice questa oramai stucchevole quotidiana arrampicata sugli specchi. Se decidesse diversamente sarà su questo tema che diventeremmo antagonisti, non perché facciamo parte di truppe d’opposizione eterodirette, come in modo puerile, in una chiacchierata tra “amici”, cerca di risolverci il vicesindaco».

Alberto Zattini e Giancarlo Corzani direttori di Confcommercio e Confesercenti