Inaugurazione della nuova cucina dell’Emporio della Solidarietà

0

Il Lions Club Forlì Valle del Bidente, attualmente presieduto da Paolo Dell’Aquila, ha scelto quest’anno di svolgere come service principale la ristrutturazione del Laboratorio dell’Emporio della Solidarietà, per ottimizzare i locali e lo svolgimento delle funzioni della struttura, gestita dalla Fondazione Buon Pastore, che ha un bacino di 1850 persone assistite, di cui 500 famiglie. Il Lions Club Forlì Valle del Bidente ha quindi deciso di mettere a disposizione 8.000 euro per il ristrutturare la cucina-laboratorio dell’Emporio della Solidarietà. Ha poi contribuito alla Campagna di crowdfunding della Fondazione Buon Pastore, per coprire ulteriori 2.000 euro per completare il progetto.

Sabato 27 giugno alle ore 11,00 il Lions Club Forlì Valle del Bidente, la Caritas diocesana e la Fondazione Buon Pastore organizzano una inaugurazione della cucina/laboratorio dell’Emporio della Solidarietà, alla presenza del vescovo di Forlì-Bertinoro Corazza, del presidente di club Paolo Dell’Aquila, del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini, dell’assessore al welfare Rosaria Tassinari e del direttore della Caritas Filippo Monari.

Il club ha voluto dare sostanza alle esortazioni del presidente Internazionale Lions Jung-Yul Choi, il quale ha detto alla Convention di Milano che “occorre coraggio, combattere l’ignoranza… La diversità è un valore che condividiamo e rispettiamo fieri di essere Lions… Serviamo attraverso la diversità, primo passo verso la tolleranza ed il contatto”. Si è deciso di operare per sviluppare una cultura dell’inclusione, sostenere gli indigenti, gli svantaggiati, i meno inseriti nelle reti sociali. Si vuole permettere loro, attraverso l’Emporio e gli altri strumenti messi a disposizione dalla Caritas, di migliorare pian piano la loro vita, al di là dei momenti di emergenza sociale.

Fondamentale non è solo l’assistenza ai bisognosi, ma il ridare prima possibile una vita dignitosa, piena delle relazioni umane e sociali che costituiscono il nesso significativo dell’esistenza. Come ha fatto notare più volte il sociologo Pierpaolo Donati, le politiche sociali devono ricostruire una “società dell’umano”, filo rosso dell’attività di quest’anno del Club.