ForlìDante

Grande successo per la VI edizione della Maratona dantesca di lettura integrale delle tre Cantiche della Divina Commedia che si è svolta sabato 20 giugno. L’importanza della manifestazione è stata inoltre accresciuta dal fatto che la maratona è stato il primo grande evento culturale organizzato post emergenza Covid, con una diretta social dall’eccezionale durata di ben 16 ore. La maratona è iniziata, infatti, alle ore 8,30 ed è terminata alle ore 23,30, nel suggestiva cornice del Chiostro interno dei Musei San Domenico, in piazza Guido da Montefeltro a Forlì.

Causa emergenza sanitaria, gli organizzatori dell’ormai classica kermesse di inizio estate sono stati costretti a ripensare l’evento dandogli necessariamente una forma diversa rispetto alle passate edizioni, adeguandola alle normative vigenti: cantori dal vivo e diretta online, il tutto nel rispetto delle regole e in massima sicurezza. Ciò non di meno la manifestazione ha riscosso grande seguito e interesse e, rispetto agli anni scorsi, la diretta streaming ha offerto ai cantori una platea sconfinata, allargata non solo a tutta Italia ma anche al resto del mondo. Il successo dell’edizione di quest’anno è evidenziato dai numeri impressionanti rilevati sulla pagina Facebook di Direzione 21 a cui vanno aggiunti quelli delle visualizzazioni degli utenti del Canale YouTube dell’Associazione stessa.

Per motivi tecnici la diretta è stata spezzata in sei momenti diversi che hanno totalizzato a oggi sulla pagina Facebook (@direzione21) approssimativamente 6.000 visualizzazioni, con oltre 15.000 utenti raggiunti e circa 2.500 interazioni dirette, mentre sul Canale YouTube (“Direzione21 Ass.Culturale”) fino a questo momento le visualizzazioni totali sono state circa 1.200. Tutto il materiale registrato è tuttora consultabile in qualsiasi momento sulla pagina Facebook e sul Canale YouTube di Direzione21.

La giornata è stata ripresa anche dall’emittente TeleRomagna che realizzerà tre speciali (Inferno, Purgatorio e Paradiso), con interviste a molti cantori d’eccezione, che verranno trasmessi il 9, 16 e 23 luglio alle ore 21,00 e che saranno replicati nelle settimane successive. Questa collaborazione servirà a dare ulteriore visibilità alla manifestazione e alla città di Forlì, dando un segnale forte di ripresa culturale in un momento in cui l’intero settore, particolarmente colpito dall’emergenza Covid, sta faticosamente cercando di rivedere la luce.

Sabato 20 giugno si sono alternati sul palco alla lettura e alla recitazione circa centoventi cantori, tra questi importanti personalità del mondo della politica e della cultura forlivese come Gian Luca Zattini sindaco di Forlì, gli assessori forlivesi Paola Casara (Politiche per l’impresa; Servizi educativi, scuola e formazione; Politiche giovanili; Servizio civile), Rosaria Tassinari (Welfare; Politiche per la famiglia; Pace e Diritti umani) e Paolo Rambelli, Assessore alla Cultura di Forlimpopoli. Massiccia è stata poi la presenza dei giovani attori delle 12 compagnie teatrali amatoriali forlivesi, riunite sotto la sigla FO-emozioni, la cui presidente Loretta Giovannetti è stata la segretaria della manifestazione, e che hanno partecipato con enorme entusiasmo e con la voglia di risalire su un palco, visto il momento di pausa forzata che sta vivendo suo malgrado il settore.

La soprano Wilma Vernocchi accompagnata al liuto dal maestro Massimo Martino, l’attore e regista Marco Cortesi, il presentatore e intrattenitore Pier Giuseppe Bertaccini “Sgabanaza”, la presidente della Società Dante Alighieri Comitato dei Territori di Forlì/Cesena Wilma Malucelli, il drammaturgo Walter Valeri,… questi e tanti altri ancora sono stati i forlivesi che hanno voluto rendere il proprio personale omaggio ai versi del Sommo Poeta.
Undici sono stati i canti corali inviati dalle classi primarie e secondarie del Forlivese che hanno aderito quest’anno alla manifestazione, proiettati sugli schermi a fianco al palco.
Tra i video pervenuti, direttamente da Chicago è giunto poi il contributo in lingua inglese di frate Joseph Hudson della Confraternita di san Domenico, uno dei più importanti dantisti americani viventi.

Anche altri Canti della Divina Commedia sono stati letti o declamati in altre lingue straniere grazie alla consolidata collaborazione con Università degli Studi di Bologna Campus di Forlì – Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori. Il ricordo di Gianfranco Bendi è stato celebrato con le letture di Maurizio Mambelli dei tre ventiduesimi Canti di Inferno, Purgatorio e Paradiso, tradotti da Bendi stesso in dialetto romagnolo, e pubblicati dalla casa editrice Carta Canta.

A chiudere l’evento, sono saliti sul palco Antonio Guarini, Capo Gabinetto del Sindaco di Forlì, e Franco Palmieri, da sempre Direttore artistico di “ForlìDante. Tòta la Cumégia”, che, accompagnati da un gruppo vocale interamente femminile, hanno dato vita a una sorprendente e artistica esibizione del Canto XXXIII del Paradiso. Nel corso della giornata sono state proiettate sugli schermi le opere dell’artista Paolo Rimondi, ispirate al poema dantesco. Attraverso le varie edizioni di ForlìDante. Tòta la Cumègia Direzione21 e Comune di Forlì lavorano per condurre la città al 2021, anno del settimo centenario della morte del Sommo Poeta, nella piena consapevolezza che Forlì debba rivendicare il ruolo di città dantesca a tutti gli effetti, al pari di Firenze, Ravenna e Verona. 

La mostra virtuale “Il patrimonio librario dantesco forlivese”

In collaborazione con la direzione del servizio Cultura del Comune di Forlì e con l’associazione Direzione21 sono stati realizzati alcuni video a tema “Alla scoperta di Dante – Biblioteca Aurelio Saffi di Forlì – Il patrimonio librario dantesco forlivese” che saranno visibili online sui canale YouTube “Cultura Turismo Forlì” e “Direzione21 Ass.Culturale”.
La Biblioteca Aurelio Saffi di Forlì possiede un notevole numero di opere dantesche, documenti antichi e preziosi, per l’occasione scelti e presentati dal curatore Maurizio Tassani. Il primo video è stato pensato come una vera e propria mostra virtuale di alcune delle opere dantesche possedute dalla Biblioteca Aurelio Saffi. Nei restanti tre video viene presentata un’edizione rarissima della “Divina Commedia” illustrata da Amos Nattini, uno dei maggiori illustratori danteschi del Novecento. Questa 
edizione è interamente dedicata alla memoria di Gianfranco Bendi, dantista e socio fondatore di Direzione 21.