fumetti fumetto

Mercoledì 3 giugno in tutto il mondo verrà celebrata la “Giornata Mondiale della Bicicletta“, istituita da una risoluzione dell’Assemblea dell’Onu, nata per promuovere la bicicletta a livello mondiale. La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” in collaborazione con la Fiab Amici della Bicicletta di Forlì, organizza una originale iniziativa legata al mondo della “bicicletta fumettata”, per mezzo di una mostra online, visto il periodo di contenimento in corso, dove i fumetti e i personaggi ispirati alla bicicletta saranno virtualmente esposti, dal 3 per tutto il mese di giugno presso il sito ufficiale della Fumettoteca.

Fumetto & Bicicletta, con una proposta speciale dedicata al mondo ciclistico disneyano, ovvero uno spaccato della produzione fumettistica legata alle strade, e non solo, di Paperopoli e Topolinia, dove si vedono sfrecciare sopra alle più svariate selle fumettistiche tantissimi personaggi, conosciuti o meno dal grande pubblico. Quindi, i personaggi disneyani, da Pippo a Paperino, da Paperina a Minnie, da Topolino ai nipotini, da Qui, Quo e Qua a Archimede, da Paperone a Nonna Papera e tanti altri che per sport o per passatempo, singolarmente, in coppia, in tandem o altro, si cimentano sui pedali nelle loro strade fumettate con bici tipiche o astruse. Per tutti gli interessati la gallery ciclistica sarà attiva dal 3 giugno sul sito www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.

Ovviamente sono molti, più di quanto si possa immaginare, i fumetti posti su due ruote, come la fotografa Valentina, di Crepax, appassionata di bici, la divertente “battaglia” Calvin e Hobbes contro il temibile mezzo ciclistico, lo stesso padre di Calvin è un appassionato, poco fortunato, ciclista. E poi ancora Diabolik che come via di fuga usa biciclette e ciclisti stesi sull’asfalto, ovviamente si tratta solo di uno dei suoi tanti trucchi, infatti sia bici che ciclisti sono sagome gonfiabili messi per fermare la polizia! La Fiab Amici della Bicicletta di Forlì è una Organizzazione di tutela ambientale e ha come obiettivo principale la diffusione della bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico. La Fiab è un’organizzazione ambientalista e le sue federazione, così come quella di Forlì, hanno lo scopo di promuovere l’uso della bicicletta sia come mezzo di trasporto quotidiano per migliorare traffico e ambiente urbano, sia la pratica dell’escursionismo in bicicletta, vale a dire di una forma di turismo particolarmente rispettosa dell’ambiente. Tra le altre virtù riconosciute alla bici, salta all’occhio come la bici venga definita “un simbolo di trasporto sostenibile che trasmette un messaggio positivo per incoraggiare il consumo e la produzione sostenibile, ripercuotendosi beneficiatamene sul clima”.

Ancora allineata a #laculturanonsiferma, invito da parte del Ministero della Cultura, la Fumettoteca prosegue con le tante proposte in calendario, ovviamente per il periodo in corso, rimodulate e posizionate online. Un impegno non da poco e per questo non vanno dimenticati i Televolontari che ancora si impegnano con la nuova attività di Televolontariato per donare alle proposte un concreto valore sociale ed individuale. La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, grazie al supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, il Comitato di Quartiere Ca’Ossi e 4live, prosegue nel limiti del possibile la propria attività di volontariato culturale. L’unica “Biblioteca dei fumetti” della Regione Emilia Romagna è disponibile alla comunity per tutti gli interessati, in questo momento, tramite mail fumettoteca@fanzineitaliane.it, skype fanzine.italiane e sito www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRitardi nella cassa integrazione. Morgagni: «Il Comune intervenga subito come ha promesso»
Articolo successivoIl sindaco Dardi: «È partita la sperimentazione della nuova viabilità su via Garibaldi»
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.