ITALIA VIVA

Dalle prossime settimane, non appena sarà definitivamente approvata la legge di conversione del decreto liquidità, l’impresa che chiede il prestito e la garanzia compilerà un’autocertificazione e se ne assumerà la responsabilità: un’utile semplificazione, richiesta da più parti e in particolare dalle attività economiche più piccole“. Lo annuncia il deputato Marco Di Maio, commentando l’approvazione dell’emendamento presentato da Italia Viva alla Camera al decreto liquidità, approvato nelle commissioni Finanze e Attività produttive nelle scorse ore.

Abbiamo fatto in modo di snellire una procedura troppo farraginosa, fatto salvo ovviamente le procedure per l’antiriciclaggio che restano e sono doverose. Autonomia e responsabilità – sottolinea – deve essere questa la formula: lo stato si fida, ma se tradisci la sua fiducia ti punisce. Perchè i tanti onesti non possono subire le conseguenze della presenza dei disonesti e i prestiti devono arrivare rapidamente sui conti corrente delle aziende che ne hanno fatto richiesta“.