PD: “Il corso di laurea in medicina a Forlì è arrivato grazie a noi e al centrosinistra”

0

Il vicesindaco Mezzacapo non perde occasione per dimostrare che Lega e giunta Zattini siano disposti a tutto, pur di strumentalizzare e appropriarsi del lavoro fatto da altri. Dire che il corso di laurea in Medicina (usando anche i termini giusti, visto che le Facoltà sono state superate da anni dalla riforma universitaria Gelmini) è arrivato a Forlì grazie alla giunta Zattini e non al Partito Democratico è falso e facilmente smentibile: bastano i fatti per come si sono semplicemente svolti.”, è la controreplica di Daniele Valbonesi all’esponente del Carroccio.

Il sindaco Zattini ha certamente compiuto gli atti che nessuno intende negare, nel ruolo istituzionale di sindaco di Forlì, per fare approdare Medicina nella nostra città, dando però continuità al lavoro di preparazione e istruttorio già realizzato nei due anni precedenti dal sindaco Davide Drei e dalla sua giunta, dagli eletti e dai diversi livelli del PD, in stretta collaborazione con l’Università di Bologna e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.
Ricordo infatti che fu quel lavoro di relazione e progettazione, in accordo con il Comune (a guida PD) e la Fondazione, che a inizio giugno 2019 – quindi prima del ballottaggio vinto dal centrodestra – portò al nostro Campus e all’ospedale Morgagni-Pierantoni il gruppo di lavoro dell’Alma Mater, incaricato di verificare e confermare l’esistenza delle condizioni utili all’insediamento del nuovo corso di studi” continua il segretario territoriale del Pd.

È inoltre fondamentale ricordare che il passato risanamento del bilancio del Comune, sempre ad opera della giunta Drei, ha consentito al sindaco Zattini di dare seguito formale a decisioni già programmate, con il respiro finanziario ed economico necessario a garantire la qualità dell’accoglienza del nuovo corso universitario. Le accuse che Mezzacapo muove ai consiglieri PD, peraltro, tralasciando di dire che l’astensione fu sulle modalità di gestione dei fondi da parte della Giunta Zattini, e non sul progetto di sviluppo universitario, non fanno che sottolineare la malafede dell’esponente della Lega” aggiunge Valbonesi.

Rivendichiamo dunque, come già fatto in precedenza, che l’arrivo di Medicina sia senza alcun dubbio, anch’esso, il frutto di una strategia illuminata di oltre 30 anni di Governi locali di centrosinistra che hanno fatto investimenti fondamentali, nell’università e nella sanità, per creare il contesto idoneo ad accogliere a Forlì anche Medicina. Non mi dilungo, non serve – conclude Valbonesi – vorrei solo invitare il vicesindaco Mezzacapo a preoccuparsi maggiormente, nella sua veste istituzionale, di essere al fianco dei cittadini e delle imprese in questo difficile momento di ripartenza e, speriamo, di uscita dalla pandemia che ci ha così gravemente colpiti”.