Centrosinistra forlivese

Quello firmato dai capigruppo di maggioranza è un comunicato veramente modesto per toni e contenuti, che tradisce la pochezza dell’azione dell’Amministrazione” affermano in una nota i gruppi Partito Democratico e Forlì e Co. “Stupisce, infatti, come la maggioranza, già logorata da avvilenti liti interne e brutte figure social, perda tempo ad attaccare l’opposizione piuttosto che occuparsi della città, che invece necessiterebbe di azioni sollecite e concrete per poter ripartire al meglio dopo la tragedia dell’epidemia“.

Tuttavia – proseguono – ad oggi l’Amministrazione non ha ancora messo in campo un programma serio per la cosiddetto Fase2, tanto che siamo stati costretti a dover sollecitare un momento di confronto istituzionale tra Amministrazione, parti sociali e soggetti del mondo economico-produttivo cittadino“.

Anche volendo – concludono – sarebbe impossibile ostacolare una maggioranza che non sta facendo nulla se non adagiarsi su progetti esistenti già da tempo e che, ancor peggio, ha concentrato i soli propri sforzi, nonostante l’emergenza in essere, in azioni di bandiera, inutili e dannose per la comunità, come la recente uscita dall’Unione dei Comuni; non dimenticando, per il resto, le iniziative per cui sono balzati agli onori della cronaca: la cancellazione del bando contro omofobia e discriminazioni, l’uscita poi precipitosamente ritirata dall’Anci, le vergognose dichiarazioni del consigliere Lasaponara contro i partigiani e la Resistenza” conclude la nota del Gruppo consiliare del Partito Democratico e Gruppo consiliare Forlì e Co.