Nuovo centro commerciale. Viroli: «Sarebbe un colpo di grazia al nostro già debole centro storico»

0

Mi corre l’obbligo come responsabile provinciale di Forza Italia dei rapporti con le Piccole e Medie Imprese PMI – attacca Massimo Virolidi intervenire sulla proposta della Giunta comunale inerente la variante richiesta sul comparto urbanistico insistente fra le Vie Balzella e Bertini. Voglio innanzitutto precisare che, con la variante richiesta, si determinerebbe un’offerta commerciale che, in quanto tale, non rispetterebbe le promesse fatte in campagna elettorale da Forza Italia e dall’attuale coalizione che governa il Comune di Forlì. Tale proposta darebbe un colpo di grazia al nostro già debole Centro Storico“.

Come responsabile delle PMI di Forza Italia – continua – non posso fare a meno di difendere quei pochi e coraggiosi negozianti rimasti in tutta la città. Non si possono neppure accecare ed illudere i cittadini e gli imprenditori del Centro Storico circa un presunto aiuto economico alla città derivante dall’ipotesi che l’importo incassato con gli oneri di urbanizzazione possa essere investito nel Centro Storico di Forlì. Ciò che si verifica in alcune città soprattutto del Nord, dove si è voluta assumere l’iniziativa per rivalutare i Centri Storici, ci insegna che questo può avvenire solo con interventi infrastrutturali e di interesse, senza la creazione di comparti commerciali di grande dimensione vicini allo stesso Centro Storico. Ai cittadini va detta la verità: le grandi offerte commerciali, soprattutto limitrofe ai centri commerciali naturali (C.S.), rendono difficile la stessa convivenza e tendono a creare problemi a questi ultimi“.

Attualmente a Forlì – precisa l’azzurro – abbiamo una buona offerta commerciale e addirittura un ipermercato a cinque Km dal Centro Storico e a tre Km dall’insediamento che si vuole realizzare in Via Balzella/Bertini. Va detto, inoltre, che l’attuale offerta alimentare forlivese consta di 27 punti di vendita. Riferendoci a “I Portici” per esempio, va ricordato che si è purtroppo trasformato in un ghetto dove regna lo spaccio di stupefacenti e la prostituzione, a 200 metri dal Centro Storico“.

La popolazione di Forlì è di circa 118.000 abitanti, di quanti mercati alimentari ha bisogno la nostra città? Anche se il mercato li regolerà, quello che è certo è che Forlì e i suoi imprenditori si possono sostenere solo se il commercio locale, attraverso una buona programmazione, consente loro di fare economia. Vanno create le condizioni perché la città cresca realmente e possano determinarsi condizioni di maggiore benessere per i cittadini e per gli stessi imprenditori” conclude Massimo Viroli.