presidente-del-Forlì-Gianfranco-Cappelli

Voglio fare sentire la mia vicinanza ai tifosi, ai miei giocatori e a tutti coloro che vogliono bene al nostro amato Forlì. In questo momento difficile per tutti credo sia molto importante difendere “gli invisibili del pallone” come calciatori, collaboratori che causa la chiusura del campionato subiranno un grave danno. In qualità di presidente mi sto occupando incessantemente di trovare una formula giusta a tutela di tutte le parti che compongono il Forlì” è il commento di Gianfranco Cappelli.

Ancora non è stata messa la parola fine su questo campionato – continua il presidente biancorosso – ma le forze di tutti sono concentrate sull’essere più corretti e presenti possibili nei riguardi dei nostri tesserati, con la voglia di tornare a giocare a pallone il prima possibile. Questa pandemia, spero sia l’occasione per una grande ristrutturazione calcistica, che restituisca al calcio la sua naturale funzione di aggregazione sociale e che porti grandi aziende, magari con una detassazione, a sostenere lo sport“.

Oggi è impossibile fare previsioni sul futuro, quello che è successo, cambierà totalmente il piano della società, e la nostra strategia a lungo termine ma una cosa è certa, il Forlì ci sarà, pronto per qualsiasi scenario gli venga proposto. Io aspetto con ansia la chiusura definitiva del campionato per partire concretamente a sviluppare la stagione 2020/2021 con la grande voglia di continuare a migliorare la nostra realtà. Forza Forlì, nella speranza di poter tornare a gioire presto tutti insieme” conclude il presidente Gianfranco Cappelli.