Palazzo Varano Predappio

Come accade ogni anno, in questo periodo gli alberi di viale Matteotti a Predappio vengono attaccati dagli afidi, definiti pidocchi delle piante. In questa fase di risveglio vegetativo, gli afidi tendono a proliferare e provocano squilibri all’habitat naturale succhiando la linfa degli alberi e producendo una sostanza appiccicosa chiamata melata. L’azione nefasta di questi insetti richiede un intervento che possa ricreare l’equilibrio biologico naturale.

E qui entrano in campo le coccinelle, da sempre conosciute come grandi alleate dell’uomo contro gli afidi, per le piante ornamentali ma anche quelle da orto. Grazie alla loro capacità predatoria, le coccinelle vengono utilizzate nella lotta biologica contro gli insetti fitofagi, evitando l’impiego di pericolosi prodotti chimici.

Per questo martedì 26 maggio, sugli alberi di viale Matteotti, gli operatori del Comune effettueranno il lancio delle coccinelle. Questi insetti, che si nutrono di afidi, a loro volta produrranno le uova che una volta schiuse, impiegheranno circa tre settimane per arrivare all’età adulta. Gli adulti più voraci arrivano a divorare fino a 100 afidi al giorno. Proprio per questo le coccinelle sono il simbolo dell’agricoltura biologica e del rispetto dell’ambiente. È il motivo per il quale anche che l’amministrazione di Predappio ha deciso di seguire questa strada evitando l’utilizzo di pesticidi chimici che forzerebbero la distruzione dell’intero ecosistema.