Campus-Universitario Forlì

L’Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca, ha valutato positivamente il progetto relativo ai due corsi di laurea della Facoltà di Chirurgia e Medicina a Forlì e Ravenna”. A darne notizia con una nota di orgoglio è il sindaco Gian Luca Zattini che parla di “traguardo storico e di un progetto che è patrimonio di tutti e non può che stimolarci a continuare a lavorare con granitica risolutezza per lo sviluppo e la crescita del nostro polo universitario. Una crescita – ricorda Zattini – che non è solo educativa e che non si limita ad arricchire il portafoglio formativo del nostro campus, ma le cui ricadute sotto il profilo economico e occupazionale sono evidenti per non dire scontate e coinvolgono non solo Forlì, ma tutta la Romagna. Il giudizio positivo dell’Anvur è l’ennesima dimostrazione che il cammino intrapreso da questa Amministrazione per l’insediamento della facoltà di medicina nel nostro campus non solo era corretto, ma altresì avvalorato da una progettazione di qualità che mette al centro del nuovo corso di laurea la professionalità del corpo docenti, il valore della didattica e l’investimento educativo per i nostri ragazzi”.

Quello di oggi è un punto di svolta importantissimo nel percorso di insediamento della facoltà di medicina e il fatto di esserne venuti a conoscenza in un momento storico come questo, ne accresce il valore e ci proietta con rinnovata speranza e fiducia alla fase della rinascita e della ripresa del nostro territorio. Infine – conclude Zattini – non posso che riservare un ringraziamento particolare al nostro concittadino e Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi Roberto Pinza il cui operato è stato determinante per il raggiungimento di questo prestigiosissimo riconoscimento. Grazie anche al Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini e al Prorettore alla didattica Enrico Sangiorgi che non hanno mai dubitato del valore e della lungimiranza di questo progetto mettendo al centro Forlì e la Romagna di un nuovo modello di ricerca e formazione universitaria”.

Il presidente della Provincia di Forlì-Cesena e sindaco di Bertinoro, Gabriele Antonio Fratto, esprime “grande soddisfazione a seguito della valutazione positiva espressa dall’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca, circa il progetto relativo all’insediamento dei due corsi di laurea della Facoltà di Medicina e Chirurgia a Forlì e a Ravenna e si congratula per l’ottimo lavoro svolto, in questi anni, dal Comune di Forlì per il raggiungimento di un tale prestigioso obiettivo. In particolare la Facoltà di Medicina a Forlì rappresenta un tassello importante per l’ulteriore arricchimento dell’offerta formativa universitaria nel nostro territorio che già vanta eccellenze in questo ambito e trova la sua giusta collocazione in un contesto che può contare sull’elevatissima qualità delle sue strutture sanitarie e del suo personale. Si sta, quindi, concludendo felicemente un percorso iniziato molti anni fa nel quale tutte le forze politiche ed economiche, non solo forlivesi, hanno fortemente creduto accomunate da una visione comune e solidale del territorio che da sempre fa grande la nostra terra.
Si tratta di una prospettiva nuova che ha un solco antico nella città di Forlì che ha dato i natali a Giovan Battista Morgagni, medico anatomista e patologo di fama mondiale, di cui la Provincia di Forlì-Cesena si onora di avere la sede nella piazza a lui dedicata”.

In relazione al parere pienamente positivo espresso nel Protocollo di Valutazione licenziato dalla Commissione di Esperti dell’ANVUR (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) sull’accreditamento dei corsi della Scuola di Medicina in Romagna, esprimo tutta la soddisfazione della Fondazione di Forlì per il compimento di un altro passo importante nel percorso che ci porterà all’apertura del primo corso della Scuola di Medicina a Forlì già nell’autunno di quest’anno” è il commento di Roberto Pinza.

È stato compiuto un lavoro enorme – prosegue il presidente della Fondazione – per il quale la Fondazione ha messo a disposizione le proprie energie e un impegno economico dell’ordine di 14 milioni di euro. Si tratta di un passo decisivo verso l’ulteriore e migliore integrazione tra il mondo della sanità e quello dello studio e della ricerca universitaria.
Questo risultato si deve per tanta parte al formidabile impegno del rettore Francesco Ubertini e del pro-rettore per la didattica Enrico Sangiorgi, oltre che alla costante collaborazione con l’Amministrazione comunale di Forlì e all’intervento di alcuni mecenati privati del territorio. Guardiamo quindi con fiducia alla ripresa delle attività didattiche del campus forlivese in autunno, tra le quali figureranno di certo anche quelle della Scuola di Medicina”.

Un segnale di grande speranza per il futuro di Forlì e una grande soddisfazione per chi ha lavorato perché questo progetto si concretizzasse”. Il parlamentare della Lega Jacopo Morrone commenta così la valutazione positiva del progetto dei due corsi di laurea della Facoltà di Chirurgia e Medicina a Forlì e Ravenna da parte dell’Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca).

La Lega sostiene con grande favore l’insediamento della facoltà di Medicina e Chirurgia in città, non solo perché potrà potenziare e qualificare l’offerta universitaria romagnola, ma anche perché si tratta di un volano di sviluppo, opportunità e investimenti per tutta l’area provinciale. Essendo tra coloro che più hanno creduto in questo ambizioso obiettivo, penso, tra gli altri, al sindaco Zattini e all’intera Giunta, sono soddisfatto di questo nuovo riscontro positivo, in attesa di veder finalmente la fine di questo lungo percorso”.