anpi

«Non vogliamo e non possiamo restare indifferenti di fronte alle mancate dimissioni del consigliere Francesco Lasaponara dal consiglio comunale, dopo le irripetibili e volgari esternazioni sul 25 aprile e sui partigiani. Ci si aspettava che, coerentemente con le sue scuse, rinunciasse al seggio, invece, si è limitato a passare dalla Lega, che per altro l’avrebbe espulso, al gruppo misto.

Quella presenza, in quel consiglio, è per noi inaccettabile, e disonora una città decorata di medaglia d’argento al Valor Militare per meriti resistenziali. Il consigliere, con i suoi atti è venuto meno a uno dei principi della nostra Carta, definito dall’articolo 54. “Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge”.

Riteniamo che, con le sue parole abbia mancato non a uno, ma a due giuramenti, quello di amministratore, e quello da servitore dello stato. Pertanto, reiterando la sua presenza in consiglio ci vediamo costretti a chiedere al sindaco, e ai partiti presenti un Consiglio, di predisporre una mozione di censura e una formale richiesta di dimissioni. Alla presidente del consiglio comunale di valutare se i regolamenti consentano sanzioni, e nel caso di comminarle. A sua eccellenza il Prefetto di Forlì di porre in atto le eventuali azioni che siano possibili, per stigmatizzare il comportamento del consigliere. A sua eccellenza il Ministro della Difesa di informare la cittadinanza forlivese circa eventuali sanzioni per il ruolo che Lasaponare ricopre come ufficiale delle forze armate ricopre, a seguito delle azioni da lei annunciate per far piena luce sulla vicenda a tutela dell’immagine della Difesa.

Facendo seguito alle mancate dimissioni dal consiglio del consigliere Lasaponara, l’Anpi ha promosso il seguente appello, che ha raccolto numerose adesioni di associazioni, sindacati e partiti. È possibile aderire per le associazioni scrivendo a info@anpiforli.it. I cittadini possono aderire tramite la piattaforma change.org a questo indirizzo http://chng.it/BQ56cVBrCH».

Anpi Forlì Cesena