Biserna: «Perchè politici e assessori locali non si riducono lo stipendio per solidarietà?»

0

Il mio è un invito ai deputati, senatori, assessori e consiglieri regionali gravitanti su Forlì e Cesena, di cui si legge spesso del loro impegno sulle vicende della politica locale in tempi di coronavirus. Mi auguro che, anche se non ne avete accennato nei social e nella stampa (così mi pare) abbiate imitato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte il quale ha dichiarato di rinunciare ai suoi emolumenti sino alla fine di questa fase drammatica per solidarietà coi sacrifici degli italiani. Non vi si chiede tanto, ma vi si chiede almeno di rinunciare ad una parte del vostro stipendio, la qualcosa vi renderebbe sicuramente più credibili verso di noi Vostri elettori. Lo avete fatto?” è l’invito dell’ex vicesindaco di Forlì Giancarlo Biserna.

Ecco, se non lo fate, pensateci bene prima di continuare ad affrontare le tematiche locali e nazionali senza farvi partecipi personalmente della gravità delle diverse situazioni che trattate. Ve ne sarei grato, e con me tanta gente. Tanto per gradire dando una scorsa alla stampa leggiamo interessanti interventi di esponenti politici di rilievo del nostro territorio. A titolo esemplificativo ecco alcuni: Massimiliano Pompignoli chiede un bonus per gli ambulanti, Andrea Corsini assessore regionale parla delle regole per gli ombrelloni e dei negozi, Vittorio Sgarbi dice che a Meldola bisogna aprire una palestra subito e il forlivese Marco Di Maio parla di attività da riaprire e di misure di sostegno e tutela” conclude Biserna.