antonino romeo anna sarnelli

Nuovi direttori per la Radioterapia e la Fisica Sanitaria dell’Istituto Tumori Romagna (Irst) Irccs. Si tratta, rispettivamente, di due professionisti già in Irst con ruoli di responsabilità: Antonino Romeo e Anna Sarnelli. La nomina contestuale dei nuovi direttori – condivisa dal Consiglio di Amministrazione e risultato di due specifiche selezioni pubbliche – evidenzia, ancor di più, quanto le due strutture complesse afferenti al Dipartimento delle Procedure tecnologiche e avanzate (diretto dal professore Giovanni Paganelli), siano strettamente connesse e quanto l’una sia fondamentale per il funzionamento dell’altra.

Le due strutture rivestono un ruolo di assoluta rilevanza in Irst, con forti connotazioni multidisciplinari. Nato a Reggio Calabria il 6 gennaio 1975, Antonino Romeo – specializzatosi nei trattamenti erogati in regime di ipofrazionamento accelerato e collaboratore in numerosi protocolli clinici sperimentali pubblicati su riviste indicizzate, oltre ad aver contribuito al costante progresso clinico e tecnologico dell’Irst (tra cui l’installazione dell’ultima Tomoterapia e della Brachiterapia) – si pone a capo di una delle strutture che, da sempre, contraddistinguono l’eccellenza Irst. Grazie alle attività cliniche, di ricerca e alle tecnologie a disposizione sia nella sede di Meldola sia in quella di Ravenna, la Radioterapia Irst è polo di riferimento oncologico ben oltre i confini regionali. La radioterapia è, infatti, uno dei trattamenti cardine per la cura di molti tipi di tumori e consiste nell’irradiare con raggi X le cellule malate, bloccandone i meccanismi di replicazione. Tra le peculiarità della radioterapia, si rilevano, oltre alle caratteristiche innovative dei trattamenti svolti, la quantità assicurata dalle due sedi operative (Meldola e Ravenna) grazie a un’equipe che consta complessivamente di 19 medici radioterapisti e 25 tecnici ed infermieri e una dotazione di due acceleratori Lineari, due Tomoterapie e una Brachiterapia. Sono, infatti, ben 2.500 i pazienti che ogni anno si rivolgono alla Radioterapia Irst con un valore della produzione di 8 milioni di euro.

Anna Sarnelli – 41 anni, originaria di Napoli, specializzatasi in Fisica Sanitaria all’Università di Bologna dopo aver studiato all’Università Federico II di Napoli, Ferrara e all’European Synchrotron Radiation Facility di Grenoble (Francia), professionista Irst fin dal 2007, anno di avvio delle attività dell’Istituto – dirigerà, invece, il team di 9 fisici e 8 TSRM che assicurano, sulle due sedi di Meldola e Ravenna, l’ottimizzazione e la sicurezza nell’utilizzo delle radiazioni ionizzanti e delle radiazioni non ionizzanti nelle attività sanitarie, coadiuva le strutture specialistiche di diagnostica per immagini, radioterapia e medicina nucleare nella gestione degli aspetti connessi all’attività clinica e di ricerca.
I due colleghi che, con grande merito, si sono distinti in una selezione aperta, sono frutto dei percorsi di crescita professionali dell’Irst e, quindi, certamente sono note alla Direzione le grandi capacità, le competenze e l’entusiasmo che hanno espresso in questi anni; non posso, quindi, che esprimere loro la nostra soddisfazione, certi che con il loro contributo l’Irst potrà continuare a crescere” ha commentato il direttore generale Irst Irccs Giorgio Martelli.