A Santa Sofia posticipata la scadenza dell’Imu

0

Ulteriori novità in arrivo per i cittadini di Santa Sofia. Durante la seduta di ieri, infatti, la Giunta Comunale di Santa Sofia ha deliberato il differimento della rata Imu (Imposta Municipale Unica), originariamente in scadenza il 16 giugno, al 30 settembre. Misura, questa, che va ad aggiungersi alla precedente delibera sui tributi riguardante il differimento di Tosap e della prima rata Tari: una serie di azioni volte a sostenere i cittadini e le attività in questo particolare momento in cui l’emergenza sanitaria si lega inevitabilmente anche a situazioni di fragilità economica e sociale. Per l’Imu, preme precisare che il differimento riguarda esclusivamente le quote di competenza comunale: nel dettaglio, per gli immobili “produttivi” di categoria D la misura non può applicarsi per la quota Stato.

Con questa misura contiamo di dare un ulteriore sollievo a famiglie, commercianti e artigiani che avrebbero dovuto sostenere a breve il pagamento della rata – spiega l’assessore al bilancio Matteo Zanchini (nella foto) -. Uno sforzo non da poco per la cassa comunale, ma sicuramente doveroso in questo momento. Se è vero che oggi parliamo di differimento, è perché tale strumento ci consente di dare un sollievo istantaneo. Ma alle misure messe in campo dal governo centrale, garantisco, ne aggiungeremo altre di carattere locale, sempre in termini di vero abbattimento, come sulla Tari”.

Altro tema centrale di queste settimane è la rinegoziazione dei mutui, che il Comune di Santa Sofia ha deciso di non attuare. Sempre l’assessore Zanchini, chiarisce la questione: “Avere un bilancio sano e una gestione attenta, oggi ci permette di fare una scelta non banale: non rinegozieremo i mutui con Cassa Depositi e Prestiti, poiché le risorse di cui necessitiamo per le prossime misure sono state attentamente reperite all’interno del nostro bilancio. Le risorse intercettate, infatti, oltre a rendere possibile un ulteriore sostegno ad imprese e famiglie, ci permetteranno di evitare nel lungo periodo un fastidioso indebitamento per il nostro Comune”.