Zattini: «In Commissione ho spiegato perchè vogliamo uscire dall’Unione». Di Maio: «Ora non è una priorità»

0

Questa mattina sono intervenuto in Commissione bilancio per illustrare ai consiglieri le ragioni che ci hanno spinto ad accelerare rispetto al percorso di recesso dall’Unione dei Comuni della Romagna forlivese. Ho chiarito la nostra volontà di recedere da questa tipologia di forma associativa, evidenziandone le disfunzioni, ma ho anche ribadito che il Comune di Forlì è sempre disponibile, e lo sarà anche in futuro, a sottoscrivere convenzioni o altre tipologie di accordi con le realtà comunali del nostro territorio. Non lasceremo nessuno da solo. Ma non continueremo ad alimentare un sistema di gestione della macchina amministrativa assolutamente inefficace e inefficiente, che si è dimostrato incapace di dare delle risposte concrete e tempestive alle istanze dei nostri cittadini” è il commento del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini.

Per le apparizioni mediatiche e gli obiettivi politici come l’uscita dall’Unione (tutto legittimo, sia chiaro, anche se personalmente non lo condivido: ma non è questo il punto) – controbatte Marco Di Maio parlamentare di Italia Viva – ci sarà tempo: ora non servono, vanno messi da parte lasciando spazio alla massima unità, al coinvolgimento di tutti. Non è un’emergenza che riguarda solo una parte, ma che interessa ogni singolo cittadino: gestirla in autosufficienza, come sta avvenendo a Forlì, non è una scelta lungimirante. Tornerà ad esserci spazio per chi vuole perseguire particolari strategie politiche o ricercare consenso; ma questo non è proprio tempo da campagna elettorale”.