La benedizione di Forlì e alla Diocesi con l’immagine della Madonna del Fuoco

0

Domenica 19 aprile il vescovo Livio Corazza celebrerà la messa in Cattedrale alle ore 16,00, senza la partecipazione dei fedeli e, al termine, portando l’immagine della Madonna del Fuoco raggiungerà piazza Saffi per impartire la benedizione alla città di Forlì e alla Diocesi e invocare la fine della pandemia. Sarà una processione senza popolo, monsignor Corazza sarà accompagnato dal sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini e da due sacerdoti che reciteranno con lui il rosario, percorrerà via Delle Torri e in piazza Saffi, dal sagrato della basilica di San Mercuriale, impartirà la benedizione solenne e, percorrendo corso Garibaldi, ritornerà in Cattedrale.

È il primo degli otto appuntamenti della “Via della speranza” voluti dal vescovo che spiega: “Nel mezzo della pandemia ci sostiene la speranza cristiana. Che il male, la malattia, la morte, non abbiano l’ultima parola. La vita eterna è, per fede il nostro destino. Ma anche il nostro cammino su questa terra è percorso da luci di speranza. Vogliamo ravvivarle, queste luci. Sono già tra di noi, le abbiamo in casa. Esse illuminano il nostro cammino ora, e lo illumineranno ancora di più quando sarà il momento di riprendere la vita dopo la quarantena. Abbiamo chiesto ai nostri Santi e testimoni, San Pellegrino, Beata Clelia, Beata Benedetta, Annalena e, soprattutto, a Maria, Madonna del Fuoco e del Lago, di accompagnarci, di sostenerci, di incoraggiarci in questo cammino di speranza. Il tempo pasquale è tempo di speranza. Con l’aiuto dei Santi e dei testimoni a noi cari, mettiamo le basi per il nostro futuro”.

Il calendario delle otto tappe della “Via della speranza” con le celebrazioni presiedute dal vescovo oltre a quella di domenica 19 saranno poi le seguenti:
Giovedì 23 aprile, alle 16,00 messa alla Badia di Dovadola, presso la tomba della Beata Benedetta Bianchi Porro, ricordando il secondo anniversario del suo ingresso in Diocesi;
Venerdì 24 aprile, alle 16, sul sagrato di San Mercuriale, incontro di preghiera interreligiosa;
Domenica 26 aprile, alle 10,00 messa alla sede del Comitato per la lotta contro la fame nel mondo, in ricordo di Annalena Tonelli e in preghiera per tutti i poveri del mondo (diretta su Teleromagna);
Martedì 28 aprile, alle 18,30, messa nella cappella dell’Istituto Merloni, in preghiera per i religiosi e il mondo della scuola;
Giovedì 30 aprile, vigilia della festa dei lavoratori, alle 18,00 messa in un luogo di lavoro;
Venerdì 1 maggio, festa di San Pellegrino Laziosi, alle 10,00 messa nella basilica di piazza Morgagni, intitolata al Santo patrono dei malati di tumore;
Domenica 3 maggio, festa della Madonna del Lago, alle 10,00 messa al santuario della patrona di Bertinoro.