Il Lions Club Forlì Host dona 3.000 € alla Caritas di Forlì per l’emergenza coronavirus

0

Continua l’impegno delle socie e dei soci del Lions Club Forlì Host per contrastare la diffusione del virus Covid 19 e per sostenere gli enti e le strutture che stanno dando assistenza ai contagiati. In un primo momento sono state acquistate 920 mascherine per essere distribuite ad alcune case di riposo del territorio: Pellegrino Artusi di Forlimpopoli, Zauli di Dovadola, Giovannini Mignani Baccarini di Terra del Sole, alle quattro forlivesi: Pietro Zangheri, Orsi-Mangelli, Casa Mia, Al Parco, oltre al Gruppo appartamento Progetto Ruffilli.

Successivamente è stato donato al reparto di Rianimazione e Terapia Intensiva dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni un frigorifero per farmaci del valore di 3.000 euro, al quale si è aggiunto un ecografo portatile maneggevole utile in ambulanza ed in elicottero per la diagnosi di malattie respiratorie. Quest’ultimo service in collaborazione e tramite l’associazione di medici Salute e Solidarietà, che ha in corso una raccolta fondi per sostenere le esigenze del medesimo reparto, alla quale il Forlì Host ha contribuito elargendo 8.000 euro.

Inoltre, unitamente ai club Lions gemelli di Grimsby Cleethorpes (Gran Bretagna) e Mont Saint Guibert (Belgio), sono stati donati 1.500 euro a sostegno del progetto “Un sorriso dietro la mascherina” dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.
Per ultimo – racconta Foster Lambruschi presidente del Lions Club Forlì Host (nella foto a destra) – abbiamo raccolto l’appello della Caritas Diocesana Forlì-Bertinoro per continuare a consentire l’acquisto di alimenti di prima necessità da destinare al confezionamento dei pacchi viveri a domicilio e il sostegno alle mense del Buon Pastore e San Francesco, nonché all’acquisto di dispositivi di sicurezza e di prodotti igienizzanti e per l’igiene personale da distribuire alle persone. Siccome la Caritas diocesana per sostenere l’emergenza coronavirus, prosegue Lambruschi, ha continuato la sua attività di aiuto e attenzione alle persone in difficoltà trasformando, nell’immediato, i suoi servizi alla contingenza dell’emergenza in corso, abbiamo deciso di devolvere all’associazione 3.000 euro. Anche in questo caso consigliamo ai cittadini forlivesi di avere attenzione per questa realtà che si occupa dei più bisognosi sostenendola con contributi utilizzando il conto corrente intestato a Fondazione Buon Pastore-Caritas IBAN IT16V0306913298100000006988, specificando nella causale specificare: Emergenza Coronavirus“.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMarchi: «Zattini non fugga dalle responsabilità di agire su Zangheri e altre strutture»
Articolo successivoDi Maio: «Subito un tavolo provinciale per programmare la ripartenza»
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.