Forlì & Co: «Fare di tutto per proteggere dal contagio gli anziani e chi se ne prende cura»

0

«Nel corso del Consiglio comunale di lunedì abbiamo presentato un Question time in merito alle misure per tutelare la salute e l’incolumità degli ospiti e degli operatori delle RSA e delle residenze protette, anche alla luce di luce degli episodi di contagio verificatisi in alcune di queste strutture nelle scorse settimane. Come purtroppo abbiamo appreso da tragiche vicende avvenute in varie parti d’Italia, la presenza all’interno di queste strutture di persone anziane e, spesso, con pregresse patologie croniche può creare un contesto nel quale la diffusione del virus ha conseguenze estremamente pericolose. Sono quindi assolutamente comprensibili e condivisibili la preoccupazione e l’allarme ingeneratisi in tantissimi cittadini forlivesi, i cui familiari sono ospiti o lavoratori dipendenti all’interno di RSA e residenze protette.

Nel nostro intervento abbiamo sottolineato che, per assicurare la massima protezione del contagio, è necessario che in tutte le strutture siano assicurate alcune condizioni di base: abbondante e continua disponibilità di tutti i Dispositivi di Protezione Individuale (mascherine, ma anche camici, visiere, copriscarpe, ecc.), presenza di medici e infermieri esperti e preparati in grado di formare tutto il personale all’utilizzo dei più elevati protocolli di sicurezza, assunzione di un numero di operatori sufficiente a far fronte alle accresciute necessità derivanti dal blocco degli ingressi di badanti e familiari decretato per ragioni di sicurezza, intensificazione delle attività di sanificazione dei locali e delle strutture comuni, tamponi per tutto il personale e gli anziani, ecc.

Tenuto anche conto che il sindaco è la massima autorità sanitaria del nostro Comune, abbiamo inoltre chiesto all’Amministrazione una azione più energica di monitoraggio affinché queste condizioni di sicurezza vengano sempre assicurate in tutte le strutture, e di intervenire, anche in collaborazione con Usl e Prefettura, per garantire che ogni eventuale problema di natura logistica, organizzativa o di reperimento di personale e materiale venga superato rapidamente, allo scopo di assicurare la massima tutela della salute delle persone.
Data la gravità della vicenda e l’allarme da essa generato, chiediamo di essere costantemente informati sull’evolversi della situazione, in maniera più puntuale di quanto avvenuto fino ad ora».

Il gruppo consiliare “Forlì e Co”.