tablet-geriatria coronavirus

Due morti a Forlì per coronavirus, tre se si considera l’intera provincia. A perdere la vita a causa del covid-19 sono un 97enne della casa di riposo Zangheri, una donna di 80 che era all’ospedale ‘Morgagni-Pierantoni’. Sono 54 i nuovi casi accertati secondo i dati forniti dalla Prefettura di Forlì-Cesena. I morti in provincia sono 64 (41 nel Forlivese). Complessivamente si passa da 1.146 a 1.200. Sono 19.635 i casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, 507 in più rispetto a ieri. E hanno raggiunto quota 91.759 i test effettuati, 5.875 in più. Questi i dati – accertati alle ore 12,00 di oggi, sulla base delle richieste istituzionali relativi all’andamento dell’epidemia in regione. 

Nel Forlivese i casi di Covid-19 sono 662, 86 i ricoverati, con 15 persone in Terapia Intensiva. Questi i dati degli altri Comuni dell’Unione dei Comuni. A Bertinoro 52 (7 ricoverati, 2 in terapia intensiva), Forlimpopoli 54, Rocca San Casciano 44, Meldola 40 (7 in ospedale e 33 in isolamento), Predappio 19, Castrocaro 11 (uno ricoverato, 3 guariti), Civitella di Romagna 9, Dovadola 5, Galeata 4, Portico 3, Premilcuore e Santa Sofia 2, Modigliana 1.

I tamponi effettuati oggi dall’Ausl – annuncia il sindaco di Bertinoro Gabriele Frattohanno confermato il cinquantunesimo e cinquantaduesimo caso di Coronavirus nel territorio di Bertinoro: due concittadini sui quali l’Ausl sta facendo le opportune verifiche. Abbiamo conferma di altri tre guariti! A loro ed a tutti questi nostri concittadini giunga anche oggi la nostra totale disponibilità, solidarietà e vicinanza. Tutti i nuovi contagi, ci riferisce Ausl, avendo la nostra comunità iniziato ad aver a che fare prima di altre col Coronavirus, sono legati agli ambiti familiari dei precedenti concittadini contagiati, con l’aggiunta di alcuni concittadini che per lavoro, in particolare nell’ambito sanitario, hanno contratto il virus. Al momento il dato complessivo bertinorese aggiornato all’11 aprile vede un miglioramento: in totale 7 concittadini ricoverati di cui 2 in terapia intensiva, 33 in isolamento domiciliare, 1 deceduto, 9 guariti.
Di tutti questi nostri concittadini abbiamo un riscontro costante e, seppure la situazione può variare di ora in ora, non riceviamo al momento attuale peggioramenti della loro situazione. A livello provinciale abbiamo la conferma dall’Ausl dell’aumento dell’effettuazione dei tamponi, dato significativo per un dato complessivo sempre più coerente con la situazione reale. Mi raccomando: è fondamentale restare a casa così come sono fondamentali tutte le precauzioni igienico sanitarie e di distanza interpersonale di un metro, soprattutto qualora si rientri in una delle categorie autorizzate ad uscire da casa. Vi tengo aggiornati, vi abbraccio forte, vi ringrazio per la vostra preziosa collaborazione“.

Ancora notizie preoccupanti sul versante Coronavirus – è invece il commento di Jader Dardi sindaco di Modiglianache si rivela un nemico subdolo e molto, molto pericoloso. Tra ieri ed oggi 54 nuovi contagiati, molti purtroppo sono tra gli ospiti e gli operatori delle case di riposo, per cui dobbiamo ancora risalire ai contatti avuti dalle persone e attendere un periodo di necessario isolamento. Nel totale della Provincia di Forlì-Cesena le persone che sono state contagiate hanno raggiunto il numero di 1.200, un mese fa erano poche decine. Il virus ha causato 64 morti di cui 3 nella giornata di ieri, ma abbiamo 142 guariti, 25 in più di ieri che ci danno un segno di speranza. Anche il nostro concittadino ricoverato in ospedale a Lugo è in miglioramento ed ha già avuto un tampone negativo. Ad oggi sono 164 le persone ricoverate in ospedale e 25 i ricoverati in terapia intensiva. Sono 805 le persone in isolamento domiciliare. Nel pomeriggio abbiamo concluso la consegna dei camici monouso alla Casa di Riposo de la Modigliana, mentre sono già stati richiesti altri camici per tenere rifornite le nostre strutture. Ringrazio la squadra dei “cinghialai” della Val Tramazzo che domani, nel giorno di Pasqua, doneranno agli ospiti della Casa di Riposo un dolce appositamente preparato. Colgo la occasione per rivolgere a tutti gli auguri di buona Pasqua, lo faccio a nome mio e della Amministrazione Comunale di Modigliana. In questi giorni di primavera dobbiamo festeggiare la Pasqua in un modo diverso rispetto a come avremmo voluto. Evitiamo di uscire, limitiamo gli spostamenti, stiamo a casa ed aiutiamoci a sconfiggere questo nemico così pericoloso. Grazie per il vostro aiuto“.

Oggi sono stati accertati nel Comune di Rocca San Casciano 2 nuovi casi di Covid-19 – è il commento del sindaco Pier Luigi Lotti -. Allo stesso tempo, sono stati dichiarati clinicamente guariti 2 nostri Concittadini e di questo ne sono profondamente felice. Purtroppo però, è venuto a mancare un nostro Concittadino risultato positivo pochi giorni fa e con preesistenti problemi di salute. In tempi di isolamento, a causa del Coronavirus, non potendolo fare personalmente sentiamo di stringerci virtualmente, ma vicini col cuore a tutte le famiglie che stanno combattendo questa “battaglia”. Nella giornata di ieri, la Protezione Civile ci ha consegnato ulteriori 1000 mascherine, che nel pomeriggio i ragazzi dell’Associazione Pro Rocca ASD hanno terminato di distribuire alla popolazione. A nome dell’Amministrazione Comunale e dell’intera Comunità ringrazio ancora una volta i Volontari di tutte le Associazioni che ci stanno aiutando in questo particolare periodo. Ricordate di stare a casa anche nei giorni di festa“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO