Casa di Riposo Zangheri

«Quale direttore del Distretto socio-sanitario di Forlì ritengo opportuno fornire tutte le precisazioni del caso a fronte delle incomprensioni emerse in occasione della conferenza stampa tenutasi ieri, e segnalate oggi a mezzo stampa dai sindacati confederali. La principale incomprensione emersa in conferenza stampa riguarda i dati degli operatori contagiati presso la Zangheri. Al riguardo si precisa che il direttore del Distretto nel fare una cronistoria del contagio all’interno della struttura ha informato che nella fase di intervento iniziale da parte dell’Ausl, il numero di operatori contagiati era di 4, mentre i pazienti positivi erano 74. Procedendo nella descrizione degli interventi effettuati all’interno della struttura, sono poi stati forniti i dati aggiornati dei pazienti positivi e non quelli degli operatori.

Ci si rende conto che questo possa avere ingenerato un equivoco nei rappresentanti della stampa, ma possiamo assicurare che non c’è stata alcuna volontà omissiva e si ribadisce anzi la determinazione nel lavorare in un’ottica di massima. Rispetto ai dati, il direttore del Distretto precisa come questi vengano giornalmente condivisi a livello provinciale nell’ambito del Centro di Coordinamento dei Soccorsi, presieduto dal Prefetto ed eventuali altre letture strumentalizzate di questi dati possono solo generare ansia e preoccupazione in questo particolare contesto».

Stefano Boni direttore del distretto socio-sanitario di Forlì