Assessore Petetta e vicesindaco Mezzacapo

La tangenziale di Forlì sarà collegata direttamente al Pronto Soccorso dell’ospedale Morgagni-Pierantoni. La modifica al progetto dell’Anas richiesta con insistenza dall’amministrazione comunale di Forlì è stata accolta dal gestore. “Una bella notizia per tutti noi forlivesi – spiegano il vicesindaco di Forlì Daniele Mezzacapo e l’assessore alla viabilità Giuseppe Petettaun collegamento rapido per le emergenze che diventa vitale. Basta pensare a quanto tempo prezioso risparmieranno le ambulanze ad arrivare in maniera più rapida nei luoghi richiesti e tornare al Pronto Soccorso. Non solo, ma questa via di comunicazione alleggerirà il traffico in almeno tre quartieri: Vecchiazzano, Ca’ Ossi e San Marino in Strada“.

Si tratta di 3.330 metri di tangenziale che fanno parte del Lotto 3 per un costo di 102 milioni euro che sarà realizzato dall’Anas. Una vera e propria opera ingegneristica che vedrà la realizzazione di una galleria e di due ponti. Un’arteria che darà sfogo anche indirettamente a tutto il traffico della città. I lavori inizieranno a fine 2021 e saranno definitivamente terminati nel 2024. Infatti l’approvazione del progetto definitivo avvenuta nei mesi scorsi e che verrà ratificata dalla Regione nei prossimi giorni, ci consentirà di passare al progetto esecutivo il prima possibile per poi procedere all’appalto dei lavori con inizio nel 2021.

Proprio ieri in Consiglio Comunale poi è stata approvata la variante urbanistica per procedere con il progetto esecutivo e bando di gara del Lotto 1 e del Lotto 2 del collegamento veloce che unirà Forlì con Forlimpopoli, per poi in futuro congiungersi con la secante cesenate. Infatti il Lotto 1 prevede il collegamento dalla Via Mattei alla Tangenziale di Forlimpopoli e il Lotto 2 l’allacciamento tra la via Del Bosco e la Via Mattei. Opere queste del costo di 7 milioni di euro.

Quest’ultimo intervento va a migliorare sensibilmente tutta la dotazione infrastrutturale della zona industriale ed a velocizzare i percorsi di collegamento con il resto della tangenziale e quindi con l’autostrada. Il vicesindaco Mezzacapo e l’assessore Petetta ricordano che si tratta di un intervento che i forlivesi aspettavano da tempo e che sicuramente porterà vantaggi e anche benefici sia ai cittadini che alle imprese.