Vietina: «Subito mascherine e guanti per tutti. Riconvertiamo le fabbriche per rifornire il Paese»

0

In questa situazione di emergenza assoluta, Forza Italia ha stilato un elenco di interventi prioritari che consideriamo imprescindibili per garantire la sicurezza e la salute di tutti i cittadini, a partire da chi è impegnato in prima linea come medici, operatori sanitari ma anche forze di polizia e, non ultimi, gli operatori del settore alimentare e farmacologico: in primis, è necessario che il Governo si attivi immediatamente per garantire tempestivamente a tutti questi professionisti i dispositivi di protezione individuale, come guanti e mascherine, sia acquistandoli all’estero sia operando una conversione di alcune fabbriche sul territorio nazionale. Parimenti servono disposizioni a sostegno delle famiglie e delle imprese: pagamento anticipato della cassa integrazione in deroga, rafforzamento del congedo parentale straordinario, stop a lavori nei cantieri per opere pubbliche e privare non essenziali, sostegno alle partite Iva e sospensione a livello nazionale del pagamento delle rette di asili comunali e privati. Grande attenzione va posta anche alle categorie più sfortunate, con la creazione di una rete pubblica per la consegna a domicilio di alimenti e beni primari a indigenti e anziani. Serve inoltre una moratoria su debiti, concordati preventivi, tributi, Iva, cambiali, utenze, mutui: fino a quando il Paese non ripartirà, come pensiamo che le persone possano pagare tutto ciò? E ancora, azioni di contrasto alle crisi aziendali, congelamento dei debiti fiscali, credito di imposta alle imprese, senza dimenticare il necessario potenziamento delle infrastrutture necessarie per l’attivazione dello smart working e per garantire a tutti i cittadini costretti in casa dall’emergenza, l’accesso a una rete di banda larga”. Così Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia.

Forza Italia – incalza la deputata azzurra – ha preparato un ampio documento di proposte urgenti al vaglio del Governo: molti sono gli aspetti oltre a quelli già citati, con particolare attenzione al mondo delle Partite Iva, a quello del turismo, al comparto agricolo: occorrono misure urgenti ed eccezionali per permette al Paese di non crollare sotto gli effetti di lungo respiro dell’epidemia”.