Marchi: «La Lega non si prenda i meriti che spettano alle passate amministrazioni»

0

Il deputato Morrone è alla ricerca di maggiore visibilità dopo la sconfitta alle regionali e dispiace che il sindaco Zattini si faccia rappresentare da chi vuole fare solo propaganda”: con queste parole il consigliere comunale di Italia Viva, Massimo Marchi, si è rivolto all’esponente forlivese della Lega, Jacopo Morrone.

Nelle ultime settimane ho notato che gli interventi e le apparizioni pubbliche dell’onorevole Morrone si sono moltiplicate a dismisura. Non so se questa sovraesposizione sia il frutto della delusione per la mancata “liberazione” dell’Emilia-Romagna alle ultime regionali – dove la candidata Borgonzoni si è affrettata a dichiarare che sarebbe rimasta in Senato piuttosto che sui banchi dell’opposizione a Bologna – oppure di un’ansia da prestazione mediatica del parlamentare”.

Ha poi aggiunto Marchi: “Dopo i primi 10 mesi definiti “esaltanti” della nuova amministrazione di centrodestra, sembra che tutto quello che si sta concretizzando a Forlì sia merito esclusivamente di Morrone e della Lega. Mi permetto di ricordare che le cose non stanno affatto così: se l’aeroporto Ridolfi potrà finalmente riaprire i battenti, lo si deve alle azioni portate avanti dalla precedente amministrazione con l’allora sindaco Davide Drei, all’emendamento presentato da Italia Viva nell’ultima Legge di Bilancio ed infine allo sforzo quotidiano dell’onorevole Marco Di Maio. Se la Facoltà di Medicina e Chirurgia potrà nascere anche a Forlì lo si deve ancora una volta alla lungimiranza delle precedenti amministrazioni che hanno gettato le basi affinché tutto ciò fosse possibile”.

Vorrei infine ricordare al rappresentante leghista – ha affermato il consigliere – che Italia Viva e il PD sono due partiti diversi. Italia Viva è appena nata, sia a livello nazionale che a livello locale e sta portando avanti con orgoglio e determinazione le proprie idee, con un’azione di stimolo alla maggioranza di cui facciamo parte a Roma e con una opposizione responsabile a Forlì”.

Dispiace che lo stesso sindaco Zattini che si era presentato come rappresentante dei moderati e che ha riconosciuto la nostra coerenza con il voto favorevole su partite importanti come Medicina e Aeroporto, si lasci rappresentare da chi di moderato non ha nulla e fa degli attacchi personali e della propaganda fine a se stessa la cifra distintiva della propria azione politica” ha concluso.