Al Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2 la proposta per la decima edizione della “Primavera Fanzinara“, a discapito del Coronavirus, fiorisce online tra la miriade di fanzine, uniche in tutta Italia! Così, aderendo al Decreto del Ministero per evitare di diffondersi del Coronavirus, dal 21 marzo prende avvio online l’immancabile appuntamento, targato 2020, della manifestazione “Primavera Fanzinara” che, nella sede fanzinotecaria, vedrà una stagione di proposte per eventi e iniziative in grado di far “rifiorire” il mondo “colorato” fanzinaro. Quindi, per ora, iniziamo con proposte “virtuali” come il progetto “Una Fanzine al Giorno 2020”, #AFanzineADay2020, attivata all’inizio dell’anno e attualmente giunta oltre al numero 80, con adesione da tutta Italia ed estero (Francia, Germania, Spagna, Usa, Argentina, Cile, ecc.), per arrivare a presentare una fanzine ad ogni giorno dell’anno. Proposte in sfumature cromatiche in controtendenza rispetto alla realtà attuale, molto grigia.

Sul sito della “Biblioteca delle fanzine” esposizioni virtuali consultabile di fanzine, del mondo fanzinotecario, delle sue immense sfaccettature e tutto ciò che in esso si può, e si deve, trovare. Inoltre, non si considera solo l’aspetto ludico ma, anche, disponibilità gratuita di supporto, sempre online, per tesi di laurea, ricerche e studi sulla tematica. Tutti gli appassionati e i curiosi dell’auto-edizione potranno scoprire e conoscere la vastità dell’editoria fanzinara guidati dal percorso delineato di un nutrito calendario di iniziative ed eventi proposti al ritmo vivace e gioioso, proprio delle fanzine. Oggi più che mai, prende valore ciò che insegna la fanzine, ovvero non è l’esteriorità delle cose che conta ma, bensì, è il valore interiore di ciò che si desidera proporre, una unità forte e compatta in grado di far emergere il reale valore socio-culturale effettivo dell’individuo, un elemento chiave per la crescita personale, culturale e sociale.

Da non perdere, inoltre, le varie iniziative collaterali della Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, assoluta unicità per Forlì e per l’intera Regione Emilia-Romagna che pone in primo piano la Nona Arte intesa come tale; ovvero “arte”! Nuove e ricche le proposte della Primavera Fanzinara che presentano momenti di riflessione e di confronto individuale. Inoltre, Decimo anniversario di interrotta attività fanzinotecaria, senza alcun dubbio un traguardo non da poco, considerando l’unicità di questa realtà oltre alle energie, fisiche ed economiche, investite quasi esclusivamente dalla stessa associazione e dai volontari. Un risultato, quindi, di cui essere fieri perché 120 mesi di confronti e riscontri significano la certezza che questa unica realtà può soltanto crescere e migliorare ancora. Proprio grazie alla collaborazione col Comitato di Quartiere Ca’Ossi e 4live la città di Forlì e i cittadini possono rintracciare una esperienza e conoscenza culturale unica e di valore. I suoi servizi, i progetti e le proposte, tutto sempre e solamente realizzato in veste di volontariato, hanno negli anni sancito rapporto cittadino partecipativo. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni 3393085390, fanzinoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzinoteca.it.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe Scuole La Nave rinunciano alle rette e attivano una raccolta fondi per recuperare parte dei costi
Articolo successivoLega: «Quanti sanitari contagiati? Più chiarezza da Asl Unica»
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.