Spartaco_Michele_Palestra_Forlì

In via Panessa, il tempio più antico del culturismo forlivese, raduna ancora tantissimi appassionati del fitness dall’ormai lontano 1983. Siamo andati a trovare Spartaco, Michele e Roberto, lo ‘Spartaco Team’, per farci raccontare com’è possibile resistere alla concorrenza e coniugare la tradizione con l’evoluzione dei tempi.

Caro Spartaco, come tutto ebbe inizio?

L’ ‘avventura’ cominciò all’oratorio dei Salesiani, a cui devo tutto: formazione e valori, che hanno distinto anche la mia attività in Sessant’anni di ‘cultura fisica’ (ci tiene a precisare, ndr). Ero mingherlino, avrò avuto 13-14 anni. Facevo il calzolaio al calzaturificio Marinella di Via Pellico e giocavo a pallone nell’Edelweiss. All’epoca, c’era questo ragazzo che aveva messo su una sorta di palestrina al primo piano: mi fece provare e non smisi più. Con i pesi, fu amore a prima vista.”

Al tempo, ci si doveva arrabattare in qualche maniera. Da dove sei partito? 

Decisi di fare da per me. Con dei bidoni di cemento ed un manico di scopa, creai il mio primo bilanciere. Solo che, il posto era quello che era: di sotto, nella mia cantina. Poco dopo, si aggiunsero altri amici e creammo, cosi scherzosamente, il primo gruppo sportivo amatoriale: ‘I lupi della fogna’ (ride, ndr)“.

E poi?

Poi conobbi Giordano Valbonetti detto ‘Spazzarina’ frequentando la sua palestra in Via Valverde. Gliela comprai, ma durammo 5-6 mesi prima di trasferirci nei locali di Palazzo Gaddi. Eravamo 10-12 appassionati, ma anche qui non fu lunga storia. Prima di arrivare in Via Panessa, ho avuto palestre in Via Giovanni dalle Bande Nere e in Via Matteucci, dietro Piazza delle Erbe fino all’83. In questi passaggi, strinsi una grande amicizia, che ancora conservo e ne sono fiero, con un socio: Gilberto Grilanda (proprietario della storica ‘Sportsman Club’ di Forlì, ex giudice della IFBB e tra gli antesignani del culturismo e della pesistica nazionale, ndr)”.

Nel mezzo però, anche tanti concorsi e gare.

Si, nel 1962 andai a Viareggio per la prima edizione di ‘Mister Italia’ dove mi piazzai terzo. Guarda, quelle foto appese ne sono la testimonianza: dovevo prepararmi ai concorsi. Non smisi però mai di lavorare, perché ‘fare la palestra’ non è come oggi: a quei tempi, a malapena ci si guadagnava. Si coltivava una passione ma si aveva anche più ‘testa sulle spalle’…“.

Poi il boom tra gli Ottanta e Novanta.

Tra la fine Ottanta e gli inizi dei Novanta, cominciavamo ad avere giro. Nel frattempo misi su anche una squadra di podismo ed una di bicicletta. La “Polisportiva Sport è Salute” è una delle più belle invenzioni, perché rispecchia i valori che mi hanno insegnato ed ho sempre voluto trasmettere ai più giovani“.

A proposito di giovani, la Palestra Spartaco sta vivendo una nuova primavera.

Come sai, sono in pensione da anni ormai. Prima di appendere i pesi al chiodo però, devo sistemare giusto un paio di cose. Qui passo ancora molto del mio tempo, soprattutto accanto ai ragazzi: siamo alla quarta generazione. L’ultimo socio arrivato è Michele Grisolini, volenteroso e capace“.

Lo Spartaco Team Academy. Da sinistra a destra: Matteo Grisolini, Spartaco Tassinari, Michele Grisolini e Roberto Russo. / Foto Luca Ortolani

Michele Grisolini, forlivese classe ‘93, è Personal Trainer, esperto in ginnastica posturale e proprietario ‘in pectore’ alla Spartaco.

‘Mik’, come ti è scattata la scintilla?

Avevo 18 anni quando mi sono avvicinato alla palestra per motivi sportivi e agonistici. A vent’anni, la scintilla è scattata: volevo fare di questa passione, un vero e proprio lavoro. Dopo aver completato gli studi finalizzati al benessere fisico, ho portato alla Spartaco insieme all’amico e trainer Roberto Russo, gli innovativi metodi di allenamento e di stare in forma”.

Quali sono i progetti nel presente?

Poche settimane fa, abbiamo lanciato un servizio di coaching online certificato disponibile 24h per la preparazione atletica, dimagrimento, tonificazione, massificazione e posturale. Insieme al team composto da Roby (esperto di alimentazione e promotore in Italia del ‘digiuno intermittente’, ndr) e Matteo Grisolini (fratello ed informatore scientifico del farmaco, ndr), stiamo sbarcando il lunario nell’online: non limitarsi alla palestra, significa restare costantemente al fianco dei nostri clienti e alle loro esigenze“.

Quindi, stai avvicinando il target più giovane.

In qualche modo, si. Pianificare l’attività online, altro non è che espandere le possibilità di accesso a tutte le fasce d’età, soprattutto i più giovani. Questa è la vera innovazione per un’istituzione come la Spartaco“.

Bolle qualcosa in pentola, è così?

Ti dirò, ci stiamo ragionando su. Abbiamo in cantiere anche una serie di collaborazioni, convenzioni e promozioni per studenti, categorie sportive, coppie, ecc. ed il primo mese è gratuito“.

Ringrazio sentitamente l’intero team della Spartaco, a partire da Maddalena Gramellini, vera PR manager, che mi ha introdotto presso i professionisti di questa importante realtà di settore. A Spartaco, Michele, Roberto e Matteo, i miei più vivi complimenti. Per chi la volesse seguire sui social, vi invito a cliccare sulle pagine: @Palestra_spartaco_new_home (IG); Palestra Spartaco Nuova Pagina – Team Spartaco (Facebook); @michelegriso_, titolare e coach. Per ulteriori informazioni, contattare: michelegrisolini@gmail.com o 348/5524431.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO