Fumettoteca-e-Fanzinoteca

Prorogata fino al 31 marzo l’originale proposta della Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” dal titolo “Ulisse: Il Fumetto“. Inaugurata lo scorso mese, la mostra ha visto un nutrito numero di visitatori attratti dalle tavole e dai fumetti realizzati, da importanti autori, per narrare l’Ulisse, raccontano attraverso l’arte del fumetto nella contemporaneità de luoghi dove vi si trovano storie incredibili e personaggi affascinanti. Visto il successo di pubblico e le richieste pervenute per visitarla, la mostra inizialmente con termine fissato per il 29 febbraio, è stata prorogata fino al 31 marzo nella sede fumettotecaria in via Curiel, 51.

La proposta, curata dallo staff Fumettoteca è stata organizzata nell’ambito delle manifestazioni per celebrare l’anniversario del IXXX secolo della nascita di Omero. Grande affluenza di cittadini forlivesi e pubblico proveniente, grazie all’originale disponibilità di apertura su richiesta, da fuori provincia e da altre regione italiane, un record che trasforma, quindi, in una proroga quasi obbligata visto il l’afflusso di visitatori. Ma non una semplice proroga del già proposto, infatti, oltre all’arricchimento dei contenuti, sarà possibile gustare la bellezza, la profondità di significato degli oltre 1000 documenti, in formato cartaceo e digitale, per il percorso espositivo rinnovato che offre anche la possibilità di consultazione. L’evento è aperto a tutti, con ingresso gratuito, su prenotazione.

La Fumettoteca Regionale si conferma scrigno prezioso della nona arte, con bellezza e sapienza, offrendo al grande pubblico un’occasione per riflettere su cosa significhi la presenza di un luogo specifico di cultura e socializzazione, senza simili e unico nella Regione Emilia-Romagna, in grado di rendere possibile l’incontro fra generazioni e dove le iniziative da condividere sono tante, tutte originali ed esclusive. “Sapevamo di aver preparato un progetto ambizioso, una proposta innovativa che avrebbe incontrato i favori del pubblico – commenta l’esperto fumettotecario Gianluca Umiliacchi – nonostante questo, le presenze riscontrate per la mostra stanno delineando una risposta di gran lunga superiore alle aspettative“. Precisando che: “un riscontro del genere ci dice che, evidentemente, nell’offerta espositiva della Regione vi è anche uno spazio disponibile fatto di aspettative ed esigenze di un pubblico in ricerca proposte culturali alternative non sempre ripetitive”. Dato il successo di pubblico e la quantità di richieste di visite che continuano a pervenire da parte degli interessati per visionare la documentazione presentata, l’organizzazione ha ritenuto adeguato replicare la proposta socio-culturale. Altra iniziativa in corso che prevede le aperture straordinarie del 3 e 4 marzo, dalle ore 17,00 alle 20,00 è l’adesione alla “Giornata Mondiale della Natura”.

CONDIVIDI
Articolo precedente"La Mia Mamma è Bellissima": dei 51.000 euro raccolti più di 20.000 arrivano dal territorio
Articolo successivoRinviato il Carnevale in Piazza
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.