presa-diretta

In questo momento in cui il nostro Servizio Sanitario Nazionale è alle prese con la sfida più importante PresaDiretta ripropone una versione speciale del reportage “La Battaglia della Salute”. Un monito per tutti noi che siamo chiamati ad aiutare i nostri medici stando a casa e rispettando le indicazioni delle autorità sanitarie e un monito per la politica che per troppo tempo ha caricato questo compito così prezioso su medici e infermieri che nel frattempo diminuivano di numero.

PresaDiretta mette al centro del racconto il Servizio Sanitario Nazionale, gratuito e universale, che il mondo ci invidia, la più grande conquista del nostro Paese negli ultimi 40 anni. Un viaggio sorprendente di PresaDiretta tra alcune delle eccellenze della Sanità pubblica. Il Sant’Anna di Torino considerato il miglior reparto maternità d’Italia, il Cnao di Pavia dove curano tumori altrove non trattabili con fasci di protoni, il centro trapianti di Bergamo, il Pronto Soccorso del Niguarda.

All’interno del reportage anche le interviste a Walter Ricciardi, attuale rappresentante OMS per l’Italia e consulente del Ministro della Salute, e Giuseppe Remuzzi direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri che ha sottolineato come: “il fatto che noi ci alziamo al mattino senza la preoccupazione economica nel caso ci capitasse di essere malati io trovo sia una cosa straordinaria che noi diamo per scontato e non è scontato affatto”.

A PresaDiretta anche gli esempi di razionalizzazione, i risultati della buona organizzazione nella Sanità pubblica e le storie di best practice dell’Ospedale Cisanello di Pisa, del Morgagni Pierantoni di Forlì e dall’Ausl di Reggio Emilia. Si trattava della quinta volta, dal 2006, che Riccardo Iacona tornava all’ospedale di Forlì per raccontare storie ed esempi di buona sanità pubblica, prima con la trasmissione “W l’Italia!” e successivamente con “Presa Diretta”.

Durante le riprese, condotte da Danilo Procaccianti, erano stati intervistati Carlo Fabbri direttore di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Forlì e Cesena e Giorgio Ercolani direttore di Chirurgia e Terapie Oncologiche Avanzate di Forlì ed un paziente, coinvolto nel percorso di cura. Le riprese hanno interessato anche il meeting del gruppo di professionisti coinvolti nel percorso, il direttore della Radiologia Mauro Bertocco, il direttore di Anestesia e Rianimazione Stefano Maitan, il direttore della Chirurgia Endocrina forlivese Alberto Zaccaroni, l’anatomopatologo Luca Saragoni, il direttore della Prevenzione Oncologica di Forlì Fabio Falcini e il direttore dell’Oncologia medica dell’Irccs di Meldola Giovanni Frassineti.