Cibo-verdure

Stare attenti a ciò che mangiamo può fare la differenza durante la vita di tutti i giorni

Può sembrare strano ma il segreto per vivere una vita lunga e sana lo conosciamo tutti e da tempo immemore: è sufficiente infatti che ogni giorno ci adoperiamo per seguire una sana e corretta alimentazione. Stare attenti a ciò che mangiamo, e al contempo decidere di assumere alcuni nutrienti rispetto ad altri, può fare la differenza. Ovviamente le possibilità di “campare” fino a 100 anni dipendono anche da fattori quali la genetica e quel pizzico di fortuna che non gusta mai; tuttavia un’alimentazione corretta è quel che ci vuole oggi per affrontare al massimo la vita di tutti i giorni, sempre più frenetica, stressante, piena di dubbi e incertezze. Già ma cosa si intende per alimentazione equilibrata? Banalmente, ma fino a un certo punto, un modo di alimentarsi che risulti corretto sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

A tal riguardo, 20 anni fa circa esisteva una sorta di bussola, che si pensava essere precisissima, da impiegare per orientarsi nella scelta corretta dei cibi: la famosa piramide degli alimenti di americana memoria. Questa sorta di Bibbia divenne però ben presto obsoleta e perse d’importanza. Perché vi starete chiedendo? Perché si scoprì che alcuni assiomi quali ad esempio il fatto che i grassi facciano sempre male e, specularmente, i carboidrati complessi facciano sempre bene erano falsità. Tale semplicistica dicotomia, creata ad hoc per contrastare il fenomeno dell’obesità a stelle e strisce, è venuta meno grazie a importanti studi che hanno certificato risultati piuttosto chiari e inequivocabili. Vi facciamo menzione di alcuni di queste nuove “verità rivelate” che troviamo essere fondamentali per noi tutti: il consumo moderato dei grassi definiti salutari è essenziale, così come assumere acidi grassi polinsaturi omega-3 indispensabili per ridurre i livelli dei trigliceridi nel sangue. I carboidrati raffinati vanno poi assolutamente evitati. Di grande importanza è invece mangiare pesce, verdura e frutta, anche secca (10-20 g al giorno), la qualcosa non era stata oggetto di indagine durante la formulazione della piramide degli alimenti. Infine, moderare il consumo delle bevande zuccherate aiuta non poco il nostro organismo.

Altri consigli alimentari e non solo

La vita dell’uomo, al giorno d’oggi, si è drasticamente allungata sia grazie ai progressi da gigante che hanno interessato gli ambiti della medicina e della sanità sia, appunto, in virtù di ciò che abbiamo definito essere una corretta alimentazione. Come sostenuto anche da Katerina Malasidou, che fa della cura del corpo un dogma, è necessario che ognuno di noi assuma nutrienti che si trovano in cereali, legumi, frutta, verdura e carne, meglio se bianca. Ma tutto ciò non basta: ricordatevi di bere tanta acqua, di utilizzare poco sale, al massimo un pizzico per insaporire i vostri piatti, e dormire almeno 8 ore.

Ebbene sì: anche il corretto riposo, sebbene non rientri propriamente nell’etichetta di sana alimentazione, fa parte di quelle pratiche da fare proprie se si vuole vivere a lungo e in salute. Amate ogni tanto farvi un cocktail, magari dopo una giornata di lavoro stressante? Vi è concesso ma solo in maniera molto controllata: come potete immaginare la parte dell’alcol etilico definita etanolo fa male all’organismo, poiché apporta un numero importante di calorie e soprattutto è difficile da smaltire. Non da ultimo, non dimenticate di variare le scelte a tavola impiegando, a rotazione, i cibi che fanno parte dei 5 gruppi alimentari.

L’importanza di informarsi

Informarsi e tenersi aggiornati, quando si tratta di mangiare bene e sano, diviene fondamentale. Non perdersi almeno alcune delle più importanti tavole rotonde che si tengono in tutta Italia sull’argomento oppure le più interessanti conferenze inerenti il binomio alimentazione e salute è il miglior modo per integrare i consigli che vi abbiamo appena offerto con le nuove scoperte in materia. Sebbene siamo arrivati a un livello di conoscenza metabolica del nostro organismo pressoché completa, il cibarsi quale fonte di benessere ha ancora molto da raccontare. Forse non arriveremo mai a vivere tutti fino a 100 anni ma sentirci sempre più in forma, grazie a diete ancor più mirate a base di nutrienti essenziali, quello senza dubbio!