Santa Sofia

Il bilancio di previsione 2020-22 è stato approvato all’unanimità nella seduta del Consiglio Comunale di ieri. Dal punto di vista finanziario i dati sono confortanti. “Il Comune di Santa Sofia gode di buona salute dal punto di vista finanziario – commenta il sindaco Daniele Valbonesie, pur non nascondendo le difficoltà ancora presenti per l’assetto istituzionale degli enti a noi sovraordinati, lo sforzo è massimo nel mantenere inalterati i servizi per i cittadini e nell’intercettare finanziamenti per la realizzazione di opere pubbliche di grande importanza per la nostra comunità”.

Ed è proprio sui lavori pubblici, seguiti direttamente dal sindaco, che entra nel dettaglio: “Una parte fondamentale del bilancio riguarda il piano triennale delle opere pubbliche: ben € 3.4.390.000 di interventi necessari per guardare al futuro e garantire i servizi. Per il 2020 l’opera “politicamente” più importante sarà senza dubbi la sala Milleluci che tornerà nella disponibilità dei santasofiesi. Poi l’ampliamento del cimitero del capoluogo, ormai necessario. Per le strade, invece, prevediamo un piano di manutenzione straordinaria per € 180.000 (a cui vanno aggiunti altri 25.000 € attraverso il Consorzio di Bonifica) che in gran parte andrà nelle strade delle frazioni di Corniolo e Spinello. Da segnalare infine, sempre per il 2020, l’intervento sul muro di cinta del parco della Resistenza, in via Doberdó. Partiranno quindi nuovi cantieri che, oltre a migliorare i servizi, il decoro e la funzionalità del nostro territorio, faranno anche da volano per la nostra economia”.

Soddisfatto del quadro finanziario anche l’Assessore al Bilancio Matteo Zanchini. “Tra gli obiettivi principali di questo bilancio – commenta Zanchinic’è senz’altro la volontà di garantire il più possibile equità sociale. In tal senso, una misura innovativa che caratterizza il bilancio del nostro Comune riguarda l’addizionale comunale Irpef: da quest’anno, non più un’aliquota uguale per tutte le fasce di reddito ma a «scaglioni» progressivi, mantenendola piuttosto contenuta per le fasce con il maggior numero di contribuenti (con redditi fino a € 28.000) e azzerandola totalmente per i redditi fino a € 10.000”.

Sul piano delle imprese, viene confermata la riduzione dei tributi per i nuovi insediamenti produttivi. Chi “aprirà” una nuova impresa nel comune di Santa Sofia vedrà riconosciute consistenti agevolazioni fiscali su Imu e Tari. In particolare, per la Tari avranno diritto ad una riduzione della tariffa pari al 50% della quota variabile. A questa misura si aggiunge il nuovo bando applicativo del “Decreto Crescita 2019”, che prevede tagli alle imposte comunali per chi riapre o amplia determinate attività di impresa nel Comune di Santa Sofia.
Un altro dato meritevole di attenzione riguarda il personale. “Dopo anni di paralisi sul piano delle assunzioni – riprende Zanchini, delegato anche al personale – si torna ad assumere e lo si fa per garantire servizi migliori alla collettività, senza dimenticare che, con i concorsi in uscita, si concretizzano offerte di lavoro qualificato sul nostro territorio. Diversi pensionamenti che comportano un netto ricambio generazionale all’interno del Comune. Alcune assunzioni previste nel fabbisogno si sono già concluse (come quella di un funzionario giuridico/amministrativo tramite mobilità e di un nuovo operaio), altre si perfezioneranno nel corso dei prossimi mesi con nuove procedure concorsuali in uscita”.

Poi la cultura che, nel nostro Comune, ha storicamente un impatto importante. Anche in questo bilancio continua il forte impegno verso la stagione e il funzionamento del Teatro Mentore. Confermate le risorse a sostegno delle attività della galleria d’arte contemporanea Vero Stoppioni e al mondo del terzo settore: associazioni culturali, ludiche, ricreative, di promozione turistica e sportive che, con il loro impegno costante nella realizzazione di eventi, manifestazioni e corsi e attività, garantiscono servizi di valenza pubblica.
Sempre per il settore sport e turismo, due appuntamenti importanti nel corso del 2020 saranno il “Giro di Romagna” ed il “Rally MTB delle Foreste Casentinesi”. Oltre a ciò, in termini di infrastrutture, tra le opere già appaltate e attualmente in corso, riconsegneremo agli sportivi e a tutta la comunità l’antistadio Brusati totalmente riqualificato.
Infine, importanti risorse sono indirizzate ai servizi alla persona, scuola e servizi sociali. Grazie anche al supporto della Regione Emilia-Romagna, il servizio offerto dall’asilo nido “Fiocco di neve” sarà posto al centro in termini di agevolazioni alle famiglie. Garantiti solidi trasferimenti all’ASP San Vincenzo De Paoli che gestisce i servizi sociali per il Comune di Santa Sofia. Sempre l’ASP, porterà avanti una importante opera pubblica quale il poliambulatorio dei medici di base, presso l’ex Casa di Riposo.

Ci attendono sicuramente novità su vari ambiti – concludono gli amministratori -. Pensiamo a quello che sarà il nuovo sistema di gestione dei rifiuti, alla necessità di intervenire sull’illuminazione pubblica, ad un progetto per la nuova scuola materna: cruciale sarà quindi l’impegno nel reperire risorse e nel coinvolgere i cittadini nei processi di cambiamento”.