andiamo a fumettare

Prende avvio lunedì 2 marzo il corso gratuito di fumetto “PerCorso di Fumetto”, organizzato dall’Avis Comunale di Forlì e dalla Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” col Patrocinio del Comune di Forlì, Assessorato Università, Cultura, Innovazione tecnologica, Progetti europei e internazionali, Patrocinio Fil Rouge WBDD 2020 dall’AVIS Nazionale, della Azienda Unità Sanitaria della Romagna e Patrocinio MIUR Ufficio Scolastico per l’Emilia-Romagna. L’Avis Forlì e la Fumettoteca vi aspettano, dalle ore 16,00 alle 18,00, nella Sala Arancione nella Fabbrica delle Candele in P.tta Corbizzi 30 a Forlì, col primo incontro dedicato allo stupendo mondo fumettistico e al concetto di solidarietà e donazione, evento gratuito aperto agli iscritti e a tutti i cittadini interessati.

“PerCorso di Fumetto”, il corso di 10 incontri dalla durata di 20 ore si svolgerà tutti i lunedì e giovedì nell’orario 16,00-18,00 dal 2 marzo al 2 aprile. Grandi autori, anche di fama internazionale, presenti a fare la docenza, nomi di artisti noti nel modo fumettistico come Davide Fabbri, Onofrio Catacchio, Davide Reviati, Marco Verni, Guglielmo Signora, Maurizio Geminiani, tutti fumettisti validi esperti. Per ulteriori informazioni contattare la Fumettoteca 3393085390 fumettoteca@fanzineitaliane.it.

Scopo e tema del concorso, col supporto dello stesso corso, è la creazione di un elaborato fumettistico di due tavole allineato alla conoscenza/promozione della donazione di sangue, con la certezza che il lavoro basato sull’immagine abbia in sé la capacità di emozionare e veicolare innovative riflessioni su questo gesto di grande valenza sociale. I giovani a confronto sulla tematica del valore intrinseco di solidarietà e donazione. Uno spunto che faccia riflettere, magari informandosi sulle tante storie della vita e a tradurle nel linguaggio delle “nuvolette”, evitando gli stereotipi e le leggende metropolitane: affrontate il tema con la consapevolezza che “donare è anche ricevere”.

Il fumetto è un grande mezzo di comunicazione, è un linguaggio aperto e fruibile per tanti ambiti e situazioni, le parole e le immagini fumettistiche sono in grado di trasformare una storia della Nona Arte capace di trasmettere valori e concetti sociali. Tutto questo è racchiudibile nella semplice quanto efficace affermazione che “donare è anche ricevere”. I partecipanti sono quindi chiamati ad esprimere attraverso il loro elaborato fumettistico l’essenza più ampia di questo concetto e nella creazione artistica ogni argomento è lecito.
Tutti gli iscritti del corso possono anche partecipare al Concorso di Fumetto a Premi, concorso gratuito di fumetto promosso dall’Avis Comunale di Forlì dal titolo “Donare è anche Ricevere – Il sangue essenza di vita”, che ricordiamo rivolto agli studenti delle quarte e quinte degli Istituti Superiori di Forlì, volto a migliorare e soprattutto a stimolare una più profonda comprensione dell’universo della donazione e solidarietà.

L’Avis Forlì e la Fumettoteca Regionale invitano tutti gli interessati a partecipare, due tavole, una storiella breve, è la richiesta dal bando, con l’invio dei fumetti si partecipa ad una mostra, si riceve un riconoscimento e, per i primi giudicati vincita in denaro, il montepremi vede 600 euro per il primo, 500 euro per il secondo e 400 euro per il terzo. Il bando di partecipazione per il concorso, con scadenza il 30 aprile, è scaricabile del sito dell’Avis Forlì http://www.avisforli.it/archivio-eventi/2020/concorso-di-fumetto–“donare-è-anche-ricevere”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteStrade Provinciali. De Girolamo: «In arrivo 10 milioni di euro per la nostra provincia»
Articolo successivoIl Comitato: «La proposta di tenere 3 agenti della Questura a Rocca eliminando la Polstrada è assurda»
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.