Ferrari-sf1000

Martedì c’è stata la presentazione della nuova monoposto della Ferrari a Reggio Emilia alle 18:30. La nuova monoposto si chiama SF1000, perchè sarebbe il numero dei Gran Premi disputati dalla scuderia di Maranello (con 238 vittorie). Obiettivo che sarà raggiunto in questa stagione alla 9° gara di campionato. Si è scelto Reggio Emilia perchè è la città del tricolore.

Erano presenti ovviamente anche i due piloti della Rossa, Sebastian Vettel e Charles Leclerc, e il team principal Mattia Binotto. La nuova macchina è molto diversa da quella della stagione scorsa (SF90) e ha un ottimo carico aerodinamico in curva.
La Ferrari non vince un mondiale dal lontano 2008 e anche nell’ultima classifica piloti non ha conquistato il primo posto. Quindi si spera che questa nuova macchina sia finalmente competitiva per vincere il mondiale.

I due piloti della scuderia del Cavallino, con il progetto della nuova monoposto, sperano di riuscire a superare il sei volte campione del mondo Lewis Hamilton. Sabato scorso, invece, si è acceso il motore della F1 di Maranello per la prima volta. Ora si attendono i riscontri nei test di Barcellona, al via dal 19 febbraio, e poi  in campionato.

Mattia Buda

CONDIVIDI
Articolo precedenteTragico scontro a Forlimpopoli: morto un 57enne
Articolo successivo"Uomo. LiberaMente", in mostra le opere di Moreno e Ivano Diana
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).