Bertinoro

Appuntamento speciale quello di domenica 16 febbraio, sempre al Teatro Ex Seminario di Bertinoro, alle ore 15,30. La 23° edizione sarà segnata, infatti, da una novità, così come racconta l’assessore alla cultura Sara Londrillo: «I Pomeriggi del Bicchiere sono una rassegna culturale del Comune di Bertinoro da sempre molto seguita. Nell’edizione del 2020 abbiamo deciso di regalare ai partecipanti una sorpresa e di sperimentare l’apertura verso l’arte cinematografica proponendo la proiezione di alcuni di film abbinati all’incontro con gli autori che li hanno ispirati. Parole e immagini, letteratura e cinema un connubio spesso vincente e che speriamo sarà gradito ai nostri “follower”. Abbiamo quindi invitato Enrico Brizzi, scrittore conosciuto in Italia e all’estero e autore del libro di grande successo “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”, dal quale è stato tratto un altrettanto famoso film, diretto da Enza Negroni. Sarà molto interessante, accanto alla proiezione, ascoltare in diretta le opinioni dell’autore nei confronti della trasposizione cinematografica della sua opera».

Alex, figlio modello di una famiglia della buona borghesia, decide di “uscire dal gruppo”, di rompere le regole e gli schemi, di fare un salto fuori dal “cerchio che ci hanno disegnato intorno”. Lui che colleziona buoni voti a scuola (il Liceo Caimani della Bologna bene), che non entra mai alla seconda ora, che si mostra sempre diligente, servizievole, “un cadavere di buoni sentimenti”. In una parola, a un certo punto decide di crescere. Lo fa attraverso le pedalate disperate su in collina, la musica rock, l’arrivo di Adelaide (l’amata Aidi con cui ascoltare musica e parlare per ore sdraiati sul tappeto), la sofferenza per la perdita dell’amico Martino. Senza gesti eclatanti, Alex volta le spalle a tutto e a tutti, in nome di un presente libero e felice, di una umanissima richiesta di autenticità.

Enrico Brizzi racconta la storia dal punto di vista di un “conoscente e persona informata dei fatti”, una voce narrante che ci porta dentro la storia e l’emotività di un adolescente in una maniera ironica e profonda insieme, attraversando tutti i suoi momenti più importanti: l’interazione con compagni e insegnanti, i litigi con i genitori, il primo amore, così platonico e carnale insieme. La giovinezza dell’autore, ventenne quando ha scritto il romanzo eppure capace di una prova così matura, si riflette bene nella scelta dei luoghi, nei dialoghi e nelle sfumature di una scrittura pensata per raccontare i vent’anni.

Enrico Brizzi (Bologna 1974) ha esordito a vent’anni con Jack Frusciante è uscito dal gruppo, al quale hanno fatto seguito Bastogne (1996), Tre ragazzi immaginari (1998) ed Elogio di Oscar Firmian e del suo impeccabile stile (1999). La passione dell’autore per i viaggi a piedi ha ispirato Nessuno lo saprà (2005), Il pellegrino dalle braccia d’inchiostro (2007), Gli Psicoatleti (2011) e Il sogno del drago (2017). Tra i suoi ultimi titoli L’arte di stare al mondo (2013), Il matrimonio di mio fratello (2015) e Tu che sei di me la miglior parte (2018).

A concludere il tutto, il piacevolissimo Piacere dell’Assaggio che avrà come protagonisti alcuni vini di Fattoria Paradiso, storica azienda vitivinicola e agrituristica prima in tutta la Romagna a produrre il Sangiovese Riserva e i sapori della Pro Loco di Bertinoro che proporrà qualche sfizioso assaggio della tradizione romagnola.