coronavirus

«Cari forlivesi, vi chiedo si attenervi pedissequamente a queste semplici regole:
1. Attenzione alle Fake news”!
In queste ore stanno circolando, sotto varie forme e attraverso diversi canali, delle vere e proprie bufale a proposito delle restrizioni messe in atto per monitorare l’emergenza epidemologica. Per evitare situazioni di panico e atteggiamenti irragionevoli, vi chiedo di leggere e prendere in considerazione solo le comunicazioni ufficiali diffuse attraverso strumenti istituzionali come questo, quello dei Comuni, del Ministero della Salute e della Regione Emilia-Romagna.

2. No agli allarmismi!
So benissimo che molti di voi hanno legittimamente timore della diffusione del virus a livello regionale. Ma vi sollecito nuovamente a mantenere la calma e ad adottare comportamenti razionali, funzionali ad una gestione corretta e responsabile dell’emergenza. Stiamo affrontando una situazione indubbiamente inedita che tuttavia può essere risolta solo se si mantiene la calma e si lavora nell’interesse della collettività.

3. Prevenzione.
Ognuno di noi può e deve mettere in pratica poche ma semplici misure che contribuiscono a salvaguardare la propria incolumità e quella degli altri cittadini. Eccole di seguito elencate:
– Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.
– Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
– Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani. Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.
– Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.
– Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.
– Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.
– I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi.
– Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus.

4. Numero verde.
Nel caso avvertiste i sintomi del Coronavirus, non recatevi immediatamente al pronto soccorso, ma in via preventiva rivolgetevi telefonicamente o al medico curante, o al 1500, il numero di pubblica utilità istituito appositamente dal Ministero della Salute per informare la cittadinanza sulla gestione dell’epidemia.

5. Il Comune c’è e vi terra sempre aggiornati.
Questa Amministrazione sta facendo di tutto e continuerà a farlo, per affrontare con praticità l’emergenza del Coronavirus. Siamo a vostra disposizione in ogni momento per fornirvi spiegazioni sull’interpretazione dei contenuti dell’ordinanza, tranquillizzarvi e darvi delle risposte concrete sulla gestione dei singoli casi. Voglio ringraziare espressamente tutti i tecnici del Comune, ogni dipendente, il personale sanitario e tutti gli operatori della Protezione Civile per l’impegno e la dedizione che stanno riservando nella risoluzione di questa emergenza. Abbiate fiducia in noi e nell’operato della nostra sanità. Insieme supereremo anche questa. Siamo un popolo di guerrieri».

Sindaco di Forlì Gian Luca Zattini