Samorì: «Come amministratori dobbiamo garantire il miglior percorso formativo possibile»

0

La formazione accompagna ogni persona dai primi anni di vita all’età adulta – afferma Sara Samorì, candidata forlivese del Partito Democratico alla prossime elezioni regionali – ed è nostro dovere, come amministratori, garantire il miglior percorso formativo possibile”. Durante un incontro pubblico con la viceministra Anna Ascani, tenutosi nella serata di ieri si è dibattuto sull’importanza dei valori educativi e dell’istruzione”.

In Emilia-Romagna la quota dei NEET, persone che non studiano o non lavorano, hanno registrato un -4%, gli abbandoni scolastici prematuri sono calati di un altro 2% e il tasso di scolarizzazione superiore è salito all’85% (+3,5%). I centri di formazione professionale – prosegue Samorì – sono parte fondamentale per il proseguo del percorso formativo dei ragazzi e delle ragazze che scelgono di non intraprendere un percorso accademico. Le imprese del nostro territorio ci chiedono personale altamente qualificato, ed è cura dell’amministrazione regionale garantire centri di formazione specializzati ed efficienti”.

“Anche le proposte del Presidente Stefano Bonaccini vanno in questa direzione. Il nostro programma prevede la riduzione ulteriore dei NEET di un terzo in cinque anni, investendo in ricerca e innovazione, proponendo un Piano Straordinario per le competenze digitali, tecniche e scientifiche per agevolare i più giovani nell’ingresso del mondo del lavoro. La scuola, in tutte le sue forme – conclude Samorì – deve continuare ad essere garantita, universale e accessibile a tutte e tutti”.