Presentazione del libro “L’accordo”

0

Lunedì 27 gennaio, alle ore 20,45, al Centro sociale via Sillaro 42 nel Quartiere Cava a Forlì, verrà presentato, con l’ausilio di immagini, il libro “L’accordo” di Maurizio Gioiello. Sarà presente l’autore. Nel corso della serata si esibirà il Gruppo danze ebraiche di Forlì.

L’accordo” narra 123 anni di storia, dal 1888 al 2011, durante i quali molte date acquistano significati e corrispondenze singolari. In quest’arco cronologico si svolgono le vicende di due famiglie, una romagnola e l’altra napoletana, che si intersecano casualmente a Forlì, avendo come sfondo un affresco della società italiana.
La narrazione prende spunto da una base verosimile, utilizzando nomi e luoghi reali – non sarà difficile, per esempio, riconoscere tra i personaggi il padre dell’autore, noto giornalista e scrittore – ma mescola ad essa tanta fantasia. Così si ritrovano episodi drammatici realmente accaduti, quali gli eccidi dell’aeroporto di Forlì del settembre 1944, compiuti dai nazifascisti, ma anche eventi di pura invenzione, come quello che innesca l’intera vicenda.
Allo scoppio del primo conflitto mondiale, Livio e Valfrido l’avevano giurato. In caso di morte di uno o dell’altro, chi fra i due fosse sopravvissuto alla guerra avrebbe sposato Giuseppina. Lei si era detta d’accordo. Fu così il caso, o chi per esso, che determinò la mia genia.

L’alternarsi delle situazioni evidenzia un’intera gamma di sentimenti umani – la gioia, il dolore, il tedio, l’amore, sino all’ironia divertita – in cui emergono, alte, le figure dei fratelli Valfrido e Livio, di Giuseppina, di Gennaro e Maria e, infine, di Salvatore e Marisa. Esse rappresentano l’espressione di valori e ideali ormai desueti, la cui memoria viene tramandata con un finale a sorpresa dal narratore interno Maurizio (attenzione, non si tratta dell’autore, poiché di mestiere fa il restauratore), ultimo testimone di questa appassionante e commovente saga di provincia.
Maurizio Gioiello è nato a Forlì, dove tuttora vive e lavora. Laureato in Filosofia e docente di Italiano e Storia, è anche giornalista pubblicista. Ha pubblicato lavori sia di ambito storico che sportivo e il romanzo Ultima Spes (Il Ponte Vecchio, Cesena, 2017).
L’incontro è promosso dall’Associazione Cava forever Group aps, in collaborazione con il Comitato di Quartiere Cava, in occasione della Giornata della Memoria. Ingresso libero.