Politica turistica

0

È stato divulgato in questi giorni dall’ufficio turistico comunale gattese il programma eventi settimanali per l’estate prossima, programma che il Comune in collaborazione con l’associazione Gatteo Mare Sommer Village ha pianificato attraverso un connubio pubblico privato esibendo in questo modo parte della propria visione politico turistica. Infatti gli eventi suddetti non rappresentano tutte le manifestazioni turistiche patrocinate ma solo le “settimane a tema” strategicamente decise per l’offerta balneare di “Lilliput Mare”.

Riguardo alla politica turistica comunale sono pure recentemente uscite dal bilancio di previsione alcune scelte amministrative interessanti. L’idea di investire 1 milione e 350 mila euro per la ristrutturazione del Castello di Gatteo è a mio avviso, ottima. È un’opportunità turistica fuori dal contesto balneare e lo è al fine di espandere sul territorio la nostra offerta sfruttando tutte le nostre carte. In materia di mobilità, la realizzazione di un’area sosta a 200 mt dal “centro” di Gatteo Mare per la sosta dei pullman e relativa navetta per i turisti, è un’altra ottima idea che mira a decongestionare un po’ questa località troppo spesso simile ad una città caotica metropolitana. Lasciare quei mezzi fuori da un paese lillipuziano non è certo la soluzione unica a tale problema, serve coraggio e un minimo di lungimiranza. Dimezzare le strisce blu, convertirne un centinaio ad uso esclusivo dei fornitori ed aumentare gli orari in cui è vigente l’isola pedonale trasformerebbero il suddetto intervento in una vera e propria rivoluzione copernicana. L’annunciato potenziamento delle piste ciclabili è un’altra buona notizia soprattutto per il cicloturismo, purché si realizzino con criterio e soprattutto convinzione affinché non diventino come “La ciclabile Potëmkin” del lungomare. Una cagata pazzesca!

Ma veniamo alle “settimane tematiche” programmate per l’estate prossima a Gatteo Mare: alla fine di maggio ed all’inizio di settembre con una clientela prettamente di anziani, la “Settimana del Liscio” sembra d’obbligo anche se, ad onore del vero, gli spettacoli di musica folkloristica poi durante la stagione sono molti di più. A questi infatti andrebbero aggiunti anche quelli della “Settimana Romagnola” i primi di agosto e quelli della “Settimana del Folklore” alla fine.

Il liscio è una musica che caratterizza la Romagna ma il fatto che sia diventato il leitmotiv dell’offerta turistica gattese imporrebbe qualche riflessione, almeno in prospettiva futura. Quella di essere di fatto la capitale del liscio è una scelta legittima ma pone dubbi sul quella che ben presto dovrà essere l’evoluzione dell’offerta turistica di Gatteo Mare in bassa stagione al fine di mantenere la sua futura appetibilità in quei mesi. I numeri delle presenze e dei soggiorni dell’estate scorsa però mi smentiscono alla grande e la presenza degli Extraliscio confermano che un’evoluzione è possibile. Vedremo.

Ottima i primi di giugno, l’idea della “Settimana Romana”, a mio avviso l’evento dal punto di vista qualitativo più rilevante del nostro territorio; l’aver sfruttato una rievocazione storica famosa nel mondo è stata un’idea buona e con un potenziale espansivo enorme va potenziata continuamente. Ottima pure da metà giugno in poi, la “Settimana della Micizia” e quella “dei Bambini”, la famiglia è la tipologia di turismo che più predilige la nostra località quindi è opportuno che trovi buono spazio nella politica turistica gattese. Quindi strategicamente coerente pure la “Settimana della Mamma” anche se la sua formula è un po’ datata. La “Settimana del Carnevale” brasiliano a luglio ha poco di “novitiero” così come è un po’ troppo inflazionata è la “Settimana Notte Rosa” ma ovviamente non solo a Gatteo Mare ma ovunque.

Ma io limiterei al minimo l’impiego di risorse destinando il “taglio” ad altri eventi. Ad agosto i tre eventi tematici saranno, la “Settimana di Ferragosto live”, quella “della Musica” con diversificazioni musicali oltre il liscio e quella “degli Artisti di Strada”. L’evento settimanale che però mi convince meno è la “Settimana a Stelle e Strisce” dedicata agli anni ’50 americani ma sicuramente dal punto di vista musicale e folkloristico amplia e diversifica ulteriormente la nostra offerta. A questo punto non può mancare un suggerimento per il futuro: la “Settimana dell’Ilarità”, sette giorni distribuiti nell’arco della stagione nei quali la comicità romagnola, attraverso racconti storici del nostro territorio e delle nostre genti, possa svelare ancor di più ai turisti chi e cosa siamo, il tutto in un bagno d’ilarità. Un nome? Roberto Mercadini!

POLITICA TURISTICAÈ stato divulgato in questi giorni dall'ufficio turistico comunale gattese il programma eventi settimanali per l’estate prossima, programma che il comune in collaborazione con l’associazione Gatteo Mare Sommer Village ha pianificato attraverso un connubio pubblico privato esibendo in questo modo parte della propria visione politico turistica. Infatti gli eventi suddetti non rappresentano tutte le manifestazioni turistiche patrocinate ma solo le “settimane a tema” strategicamente decise per l’offerta balneare di “Lilliput Mare”. Riguardo alla politica turistica comunale sono pure recentemente uscite dal bilancio di previsione alcune scelte amministrative interessanti. L’idea di investire 1 milione e 350 mila euro per la ristrutturazione del Castello di Gatteo è a mio avviso, ottima. È un’opportunità turistica fuori dal contesto balneare e lo è al fine di espandere sul territorio la nostra offerta sfruttando tutte le nostre carte. In materia di mobilità, la realizzazione di un’area sosta a 200mt dal “centro” di Gatteo Mare per la sosta dei pullman e relativa navetta per i turisti, è un'altra ottima idea che mira a decongestionare un po’ questa località troppo spesso simile ad una città caotica metropolitana. Lasciare quei mezzi fuori da un paese lillipuziano non è certo la soluzione unica a tale problema, serve coraggio e un minimo di lungimiranza. Dimezzare le strisce blu, convertirne un centinaio ad uso esclusivo dei fornitori ed aumentare gli orari in cui è vigente l’isola pedonale trasformerebbero il suddetto intervento in una vera e propria rivoluzione copernicana. L’annunciato potenziamento delle piste ciclabili è un'altra buona notizia soprattutto per il cicloturismo, purché si realizzino con criterio e soprattutto convinzione affinché non diventino come “La ciclabile Potëmkin” del lungomare. Una cagata pazzesca!Ma veniamo alle “settimane tematiche” programmate per l’estate prossima a Gatteo Mare: alla fine di maggio ed all'inizio di settembre con una clientela prettamente di anziani, la “Settimana del Liscio” sembra d’obbligo anche se, ad onore del vero, gli spettacoli di musica folkloristica poi durante la stagione sono molti di più. A questi infatti andrebbero aggiunti anche quelli della “Settimana Romagnola” i primi di agosto e quelli della “Settimana del Folklore” alla fine. Il liscio è una musica che caratterizza la Romagna ma il fatto che sia diventato il leitmotiv dell’offerta turistica gattese imporrebbe qualche riflessione, almeno in prospettiva futura. Quella di essere di fatto la capitale del liscio è una scelta legittima ma pone dubbi sul quella che ben presto dovrà essere l’evoluzione dell’offerta turistica di Gatteo Mare in bassa stagione al fine di mantenere la sua futura appetibilità in quei mesi. I numeri delle presenze e dei soggiorni dell’estate scorsa però mi smentiscono alla grande e la presenza degli Extraliscio confermano che un’evoluzione è possibile. Vedremo. Ottima i primi di giugno, l’idea della “Settimana Romana”, a mio avviso l’evento dal punto di vista qualitativo più rilevante del nostro territorio; l’aver sfruttato una rievocazione storica famosa nel mondo è stata un’idea buona e con un potenziale espansivo enorme va potenziata continuamente. Ottima pure da metà giugno in poi, la “Settimana della Micizia” e quella “dei Bambini”, la famiglia è la tipologia di turismo che più predilige la nostra località quindi è opportuno che trovi buono spazio nella politica turistica gattese. Quindi strategicamente coerente pure la “Settimana della Mamma” anche se la sua formula è un po’ datata. La “Settimana del Carnevale” brasiliano a luglio ha poco di “novitiero” così come è un po’ troppo inflazionata è la “Settimana Notte Rosa” ma ovviamente non solo a Gatteo Mare ma ovunque. Ma io limiterei al minimo l’impiego di risorse destinando il “taglio” ad altri eventi. Ad agosto i 3 eventi tematici saranno, la “Settimana di Ferragosto live”, quella “della Musica” con diversificazioni musicali oltre il liscio e quella “degli Artisti di Strada”. L’evento settimanale che però mi convince meno è la “Settimana a Stelle e Strisce” dedicata agli anni ’50 americani ma sicuramente dal punto di vista musicale e folkloristico amplia e diversifica ulteriormente la nostra offerta. A questo punto non può mancare un suggerimento per il futuro: la “Settimana dell’Ilarità”, sette giorni distribuiti nell'arco della stagione nei quali la comicità romagnola, attraverso racconti storici del nostro territorio e delle nostre genti, possa svelare ancor di più ai turisti chi e cosa siamo, il tutto in un bagno d’ilarità. Un nome? Roberto Mercadini!

Gepostet von LaVoce Romagnola am Samstag, 18. Januar 2020