La presentazione del libro “Lascia girare il sole su un’Europa in pace, unita e solidale”

0

Venerdì 31 gennaio, nel Salone Comunale alle ore 20,30, si tiene la presentazione del libro “Lascia girare il sole su un’Europa in pace, unita e solidale” di Mario Biserni, in dialogo con Lubiano Montaguti, Gabriele Zelli e Achille Silvestroni alla presenza delle autorità cittadine. Nel Salone Comunale la presentazione del libro di Mario Biserni, cittadino del Quartiere Romiti, in cui ripercorre gli oltre 20 anni degli scambi internazionali tra Forlì e numerose città europee a cui ha partecipato in prima persona.

Per questo alla serata di presentazione partecipano anche i due autori delle prefazioni al volume: Renzo Piraccini presidente di Cesena Fiera e Tonino Bernabè presidente di Romagna Acque Società delle Fonti, accomunati dall’impegno economico e sociale verso aree più o meno vaste dell’Africa, ricca di risorse e di potenzialità. Nello specifico, in riferimento allo sviluppo economico e del benessere attraverso la realizzazione di infrastrutture e la promozione di nuovi mercati, come quello ortofrutticolo.

Il titolo enigmatico ma suggestivo ricalca un antichissimo detto: lasciar girare il sole significa aspettare, avere pazienza, non operare forzature e avere fiducia. È con questo spirito che si parla in questo libro di grandi temi di attualità legati all’Europa, alla creazione di un’Europa unita grazie alla partecipazione attiva soprattutto dei giovani, allo sport come canale preferenziale di questa educazione alla diversità e alla sana competizione.

Non è un caso che si parli di questi temi proprio a Forlì: un percorso lungo più di 20 anni infatti, lega la città e la sua gioventù all’Europa: sono gli scambi internazionali, che per molto tempo hanno visto i ragazzi delle nostre società sportive gareggiare con i coetanei di Paesi europei – Germania, Inghilterra, Polonia, e tanti altri –, spesso anche con ottimi risultati. Solo attraverso l’educazione sportiva e la partecipazione attiva all’Unione Europea e alla condivisione dei suoi valori si può costruire una vera comunità europea.
E proprio qui si inserisce il tema delle grandi crisi dei nostri tempi, in particolare quella climatica e quella migratoria. È l’assenza di coesione che rende più debole l’UE davanti a queste crisi, che vanno gestite, senza innalzare muri, ma riscoprendo la dignità e combattendo per un futuro migliore, per noi e per gli altri.

Mario Biserni, nato a Rocca San Casciano il 20 maggio 1939, proviene da una famiglia di fabbri, che dal 1700, per sette generazioni, ha svolto questo mestiere. Diplomato in elettrotecnica ha esercitato questa professione in grandi imprese di Bologna, Milano e Forlì. Successivamente, assieme al fratello Emilio, ha fondato un’azienda metalmeccanica, la Bipres, dove ha curato prevalentemente la parte finanziaria. È di questo periodo il conferimento della laurea honoris causa in Business Administration. Fra le varie attività del tempo libero, spicca l’impegno trentennale nell’Agesci, come capo educatore, l’incarico di Vice Presidente della Circoscrizione 2 di Forlì, la collaborazione ventennale con lo stesso Comune per gli Scambi Internazionali, la Presidenza dell’Associazione Pedale Rocchigiano di cicloturismo e infine la pubblicazione di libri e di articoli per alcuni giornali e riviste. Dal 2015 al 2018 ha ricoperto il ruolo di probiviro di Confindustria Forlì-Cesena.
Lo scrittore Mario Biserni, è sostenuto dal Quartiere Romiti dove abita da oltre 50 anni. Ingresso libero.