pronto-soccorso

Ieri sera alle 20,00 circa portando un familiare al Pronto Soccorso di Forlì con dolori lancinanti ad un fianco mi vedevo attore di una situazione che rasenta la follia sanitaria della nostra Romagna. Dopo 7 ore e mezza di attesa alle 3,30 del mattino veniva finalmente visitata la persona, che per tutto il tempo, mostrava segni evidenti di sofferenza. Ho visto anche il padre di una bambina di pochi anni firmare il foglio di dimissione dal Pronto Soccorso perché dopo qualche ora nessuno l’aveva ancora visitata.

Il mio primo pensiero è stato che, purtroppo, chi toccherà con mano il sistema sanitario regionale troverà delle falle organizzative gravissime sia per i tempi di attesa faraonici sia nella gestione del servizio. Questa sarebbe la sanità di eccellenza che il candidato del Pd alle regionali decanta e vanta nelle sue apparizioni? Ieri sinceramente ho assistito ad un vero fallimento gestionale di un servizio ospedaliero che dovrebbe essere il primo veloce e soddisfacente avamposto di un qualsiasi nosocomio della nostra Regione. Con tutto il rispetto per i tanti bravissimi medici ed operatori sanitari del nostro ospedale devo però denunciare che questa non è la sanità che vogliamo, i romagnoli non vogliono più aspettare… meritano molto di più” è la denuncia di Albert Bentivogli consigliere comunale della Lega.