incidente-stradale-via-salinatore

Gli incidenti stradali rappresentano ormai da anni una triste costante nella quotidianità delle nostre strade. Ogni anno, infatti, le vittime della strada sono numerose, come impietosamente testimoniato dai dati. Nonostante infatti il 2018 avesse visto, quanto meno nella nostra regione, un netto calo degli incidenti mortali, questi sono tornati ad aumentare nel corso dell’anno appena passato. Vediamo quindi cosa dicono i dati di settore in merito e di analizzare tutte le buone regole per mettersi al sicuro e per prevenire gli incidenti.

Tornano a salire gli incidenti stradali in Emilia Romagna

Il bilancio relativo ai decessi in seguito a incidenti d’auto si fa preoccupante in Emilia-Romagna, aggravandosi rispetto a quanto registrato nel 2018. Stando ai dati forniti dall’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale, difatti, si parla di un aumento degli incidenti mortali, con 13 decessi in più nei primi sei mesi del 2019 se si fa un confronto con il medesimo arco temporale del 2018 (141 morti contro 128). Secondo quanto dichiarato dal presidente Mauro Sorbi, in particolare, questo aumento è dovuto con tutta probabilità ai soliti comportamenti scorretti adottati da chi si mette al volante, e che portano a condizioni di scarsa lucidità in strada.

Si parla ovviamente dell’assunzione di bevande alcoliche e di stupefacenti che, secondo recenti analisi, si trova alla base della metà degli incidenti stradali in regione. Guidare sotto l’effetto di alcool e di droghe, infatti, aumenta del +35,9% il rischio di provocare un sinistro fatale. Se da un lato poi calano le cosiddette “stragi del sabato sera” (quindi gli incidenti che generalmente coinvolgono i giovani), dall’altro sale il numero degli incidenti provocati dagli over 40. Non mancano naturalmente altri comportamenti scorretti adottati dai conducenti, come la scarsa attenzione al rispetto delle distanze di sicurezza, le distrazioni al volante e la falsa sicurezza derivante dalla conoscenza dei percorsi. Altrettando preoccupante risulta essere, poi, l’aumento dei fenomeni di violenza tra le persone in strada registrato negli ultimi mesi dalle forze dell’ordine.

Le buone regole per evitare il rischio di incidenti

Sì quindi alle buone abitudini, ma prima serve una premessa, dato che queste potrebbero non bastare: come si è visto, è cresciuto anche il tasso di aggressività degli utenti coinvolti e questo che richiede quindi di avere maggiori attenzioni. La prima cosa da fare, quindi, è stipulare una polizza che possa proteggere a tutto tondo come ad esempio l’assicurazione InMovimento Helvetia sui veicoli e la circolazione stradale, che tratta numerose tipologie di veicoli e permette di sentirsi tutelati in ogni situazione.

Una volta che ci si messi al sicuro quindi, quali sono le buone abitudini da mantenere al volante? In primo luogo serve fare attenzione al rispetto dei limiti di velocità e alla lucidità alla guida, evitando chiaramente di assumere alcool o altre sostanze che possono alterare il nostro grado di attenzione. In secondo luogo, è importantissimo non utilizzare mai lo smartphone alla guida, perché rappresenta la fonte di distrazione più pericolosa e causa di numerosi incidenti, stradali e non solo, negli ultimi anni. Infine, è altrettanto importante e da non sottovalutare il rispetto del codice della strada, non fare mai a meno delle cinture di sicurezza e prestare attenzione ai dossi e ai tratti di strada dissestati, che possono far perdere il controllo della vettura.

L’aumento nella regione di incidenti d’auto si è fatto sempre più preoccupante: fortunatamente, basta seguire poche e semplici regole per riuscire a mettersi il più possibile al sicuro dall’insorgenza di inconvenienti.