Voglio fare un appello ai nostri tifosi: pensiamo a sostenere i nostri colori e i nostri giocatori con un tifo positivo e caloroso, come è successo domenica scorsa contro Ferrara. Prendiamo esempio da quello: il sostegno incessante che c’è stato, ha galvanizzato la squadra ed è stata un’arma importante per ottenere la vittoria”. Sono queste le parole del presidente della Pallacanestro 2.015 Giancarlo Nicosanti, che alla vigilia della gara di domani, è intervenuto riprendendo quanto accaduto dopo la gara contro Udine.

Veniamo da una squalifica, poi commutata in multa, per episodi di razzismo nei confronti di un giocatore. Non entro in merito sull’accaduto, questi sono i fatti e a questi ci atteniamo. Vedere sui campi di basket episodi di razzismo è la cosa peggiore che ci possa essere, e voglio ribadire un concetto che, anche se rischia di risultare “scontato”, non lo è affatto: ci schieriamo contro il razzismo, sono episodi che fanno male e non devono succedere”.

Se da qui al termine della stagione, dovesse arrivare una segnalazione analoga, arriverebbe la squalifica del campo per due giornate: “Significherebbe creare un disagio per i nostri tifosi che non potrebbero seguire la squadra in casa, significherebbe un danno economico enorme tra costi di trasferte, noleggio della struttura e tutto il resto, significherebbe anche disagio per i giocatori che non potrebbero contare sul sostegno che hanno all’Unieuro Arena: insomma, ci rimetteremmo sotto ogni punto di vista”.

La Pallacanestro 2.015 è una squadra vera e propria, e non è composta solo da chi va in campo: “Abbiamo usato questi mesi per diventare una squadra, tutti insieme: i dirigenti, i giocatori, lo staff tecnico e ovviamente i 4000 tifosi che riempiono l’Unieuro Arena: tutti insieme siamo la Pallacanestro 2.015 e, in caso di squalifica, oltre al disagio economico, si rischierebbe di mettere in discussione tutto il progetto che stiamo portando avanti”.

Il presidente è schietto e diretto: “Bisogna evitare di scendere nel campo delle provocazioni, anzi mi appello alla gran parte dei tifosi che condividono le mie parole: prendiamo le distanze e cerchiamo di contente chi dovesse, nel caso, avere un comportamento fuori dalle righe”. Sostenere e tifare per i colori biancorossi, e farlo in maniera positiva e calorosa. È questo l’appello del presidente e di tutta la Pallacanestro 2.015.