Municipio Castrocaro

Con l’attivazione del primo tavolo di lavoro partecipato, che si è tenuto lunedì nella sede del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole, prende avvio l’attività di coinvolgimento della cittadinanza e degli stakelholder del territorio, in relazione all’elaborazione di un progetto condiviso di accoglienza turistica integrata che sarà presentato alla comunità locale.

L’innovativo progetto, che durerà sei mesi, è stato presentato dal Consorzio Castrumcari di promozione turistica locale che si è aggiudicato il finanziamento della Regione Emilia-Romagna legato all’annuale Bando Partecipazione per complessivi 21.500 euro, entrando nella graduatoria dei progetti qualificati. Grazie alla Legge Regionale 15/2018, la Regione sostiene ogni anno progetti di inclusione della cittadinanza e dei portatori di interesse locale alle scelte dell’amministrazione pubblica.

Come Consorzio siamo orgogliosi di avere colto un’opportunità così rilevante – dichiara Claudio Aldini presidente di Castrumcarie insieme al Comune intendiamo pilotare un lavoro collettivo, per dare vita ad una rete virtuosa di attori del territorio che sentono il valore di appartenenza a una destinazione che merita adeguata promozione e l’organizzazione di una proposta condivisa di qualità”.

In questo progetto, Consorzio Castrumcari e Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole danno avvio ad un tavolo di discussione aperto alle forze locali impegnate nei temi dell’accoglienza turistica, dell’ospitalità, della ristorazione e della promozione territoriale, con l’obiettivo da dare vita ad un innovativo modello orientato a intercettare le nuove abitudini e i nuovi bisogni del turismo locale e internazionale. Lo sviluppo delle attività di facilitazione sarà gestito da Poleis, società cooperativa di Ferrara esperta in attività di partecipazione e comunicazione.

Il progetto si inserisce all’interno del più ampio scenario di promozione della destinazione Romagna Toscana, nata per raccontare il patrimonio storico e artistico, gli itinerari dei pellegrini, i saperi artigiani, le esperienze da vivere, le specialità da gustare dei 15 Comuni aderenti. “L’idea di approcciare l’attività di progettazione turistica utilizzando strumenti e metodologia partecipate – dichiara Marianna Tonellato sindaco del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole – mette in primo piano il ruolo di tutta la comunità nel definire la visione di crescita per il nostro territorio, concentrando stimoli, contributi, idee in azioni per definire un progetto di accoglienza innovativo, condiviso e sostenibile. Già dal primo incontro, gli operatori in maniera molto obiettiva hanno tracciato i punti critici, come le strutture alberghiere obsolete e gli edifici storici poco usufruibili, ma anche le eccellenze come l’enogastronomia e la natura, che sono complementari al settore termale, e il grande sostegno e sviluppo che la Regione dà al settore turistico”.