Cecilia-Alagna-Emilia-Romagna-Coraggiosa

Credo che la Regione Emilia-Romagna possa, dal 27 gennaio, essere ancora un volta esempio ed apripista: lavoro, ambiente e famiglie dovranno essere al centro dell’azione di governo di questa ragione. Abbiamo bisogno di un nuovo Patto per il lavoro per arginare tutti insieme precariato, sfruttamento, lavoro povero o mal pagato; dobbiamo puntare ad una formazione professionale che sia strettamente legata alle esigenze del territorio ma che guardi al futuro; dobbiamo riportare i tirocini alla loro funzione originaria ed alzarne l’indennità minima” commenta Cecilia Alagna candidata di Emilia-Romagna Coraggiosa.

Dobbiamo occuparci della nostra casa prendendoci cura dell’ambiente e lo dobbiamo fare tramite un Patto per il clima che sia ambizioso ma che non lasci indietro nessuno. Bisogna mettersi ad un tavolo insieme alle rappresentanze dei lavoratori e delle lavoratrici, insieme agli agricoltori, piccoli imprenditori ed artigiani. Lo sforzo deve essere comune ma senza gravare su chi è più debole. La riconversione ecologica deve esserci e deve essere finanziata dagli enti pubblici altrimenti davanti alla concorrenza delle grandi multinazionali il nostro sistema produttivo collasserà. Agricoltura conservativa, cura del territorio, marketing territoriale ed artigianato sono la strada da seguire per proteggere l’ecosistema e valorizzare anche i territori extraurbani. Ed infine le famiglie e soprattutto le donne: abbiamo bisogno di fare nuovi passi avanti per tutelare il lavoro delle donne e combattere la denatalità garantendo servizi educativi pubblici per tutti, soprattutto durante le vacanze estive; dobbiamo focalizzarci sui servizi agli anziani e ai disabili. In queste settimane ho incontrato moltissime persone e ho scelto di reincontrarle organizzando un momento politico e conviviale, giovedì 23 gennaio a Forlì al Jump Cafè alle ore 19,15 per un Aperitivo Coraggioso” conclude Cecilia Alagna.