Vis Mobility. La risposta del ministero: “Pronti a intervenire se richiesto”

0

Continuano a restare accesi i riflettori sulla vicenda della Vis Mobility di Santa Sofia, l’azienda la cui crisi ha posto 50 famiglie senza stipendio e senza una prospettiva lavorativa. È giunta risposta all’interrogazione presentata dal parlamentare romagnolo Marco Di Maio, rivolta al Ministero dello Sviluppo economico.

Nella mia interrogazione – ricorda il parlamentare di Italia Viva Marco Di Maiointendevo sollecitare il governo ad interessarsi al tema, per quanto di sua competenza. La risposta del MiSe (ministero dello sviluppo economico), resa possibili in tempi celeri dalla scelta dal mio gruppo di presentare il quesito come ‘question time’ cioè interrogazione a risposta urgente, ha manifestato l’intenzione del ministero di intervenire ‘per quanto di competenza e ove venga richiesto’. Anche per supportare gli enti territoriali e chi si sta battendo per dare una prospettiva ai lavoratori e alle famiglie interessate. Un segnale di disponibilità importante che fa seguito all’impegno che la Prefettura, come ufficio territoriale del governo, sta mettendo su questa vicenda“.