Potere-al-Popolo-Santa-Sofia-Mario-Felice

Potere al Popolo appena entrato quest’autunno nell’Unione dei Comuni, con la capogruppo Valentina Rossi, scopre un ente disastrato dove, oltre a spartirsi incarichi e soldi tra i dirigenti, il resto viene lasciato nella totale trascuratezza a partire dagli stipendi dei dipendenti, che scopriamo essere al di sotto della media, e dalla disorganizzazione completa dovuta al disinteresse generale. L’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese sembra un progetto mai realmente nato.

L’ente in cui sono confluiti nel 2014 i servizi di 15 Comuni relativi a Polizia Locale, Sportello unico delle attività produttive, informatica e protezione civile, tanto voluto e proclamato dall’allora PD, in realtà non è riuscito mai ad unire niente, creando solo grandi disagi. Noi di Potere al Popolo ci chiediamo quali progetti per il futuro possa avere se rimane in stallo persino la fuoriuscita del comune di Forlì che continua a non dare risposte. A questo punto meglio sciogliere l’Unione e ripensare ad un ente che sappia realmente affrontare le problematiche reali dei piccoli comuni e dei cittadini (in un territorio piuttosto vario e variegato). Su tematiche così importanti le risposte che vogliamo alle domande che presenteremo ai prossimi consigli dovranno essere serie e non solo i soliti spot elettorali tanto cari a Lege e PD“.