movimento 5 stelle

Il centrodestra della Borgonzoni contro gli agricoltori emiliano romagnoli. L’ignoranza e la malafede della destra e della Lega, danneggiano oltre 1.000 piccole imprese agricole emiliano – romagnole, che coltivano a norma di legge 1.200 ettari per un indotto di quasi 10.000 posti di lavoro nella nostra regione” lo spiegano in una nota congiunta il parlamentare romagnolo del Movimento 5 Stelle Carlo De Girolamo insieme a Simone Benini, candidato presidente del Movimento 5 Stelle alla Regione Emilia-Romagna commentando lo stralcio della norma sulla cosiddetta ‘cannabis light’.

Ho incontrato il sottosegretario alle finanze Alessio Villarosa che ha ricordato come la norma si rifaceva ad una circolare del 2018 a firma Salvini che prevedeva che se la cannabis è sotto lo 0.5% di Thc non ha proprietà stupefacenti – spiega Benini dopo l’incontro con il sottosegretario alle finanze pentastellato -. Nel nostro programma per l’Emilia-Romagna vogliamo un piano regionale per lo sviluppo della Canapa industriale (tessile, edilizia, etc)”.

Continuano Benini e De Girolamo: “La scelta politica di non ammettere nella manovra l’emendamento che colmava quel vuoto normativo che oggi blocca e costringe gli agricoltori di questo settore alla totale precarietà, è semplicemente inaccettabile” concludono il parlamentare e il candidato presidente del Movimento 5 Stelle in Emilia-Romagna.